acqua_rubinetto_1Il Comune di Mores, nella provincia di Sassari, si appresta a lanciare una iniziativa decisamente degna di nota.

Dalla fine del mese di Agosto, per ogni famiglia del piccolo centro sardo ci saranno a disposizione 6 bottiglie al giorno di acqua purificata, refrigerata e, per chi la desidera, anche gassata – proveniente dall’acquedotto comunale.

Acqua locale, buona, controllata, sicura e gratis.

Il progetto si chiama “La Fontesana” ed è stato realizzato dalla società Cillichemie, esperta nel trattamento dell’acqua.

La Fontesana può erogare 260 litri di acqua all’ora, ovvero 2080 bottiglie da 1.5 litri al giorno per 12 ore al giorno (ore di esercizio medie).

Il Comune ha deciso di investire nel progetto contando di assorbire gli interi costi di gestione con il risparmio che si avrà nella raccolta differenziata, nel conferimento e nel riciclaggio della plastica.

Un buon esempio di lungimiranza politica!

acqua_rubinetto_2Ma l’investimento non è solo materiale: l’iniziativa veicola con forza la necessità di cambiare stile di vita e volgere verso comportamenti decisamente più attenti agli impatti che l’attività umana ha sull’ambiente.

L’acqua del rubinetto – repetita iuvant – è spesso più sicura, buona e decisamente più controllata di molte acque imbottigliate!

Viva Mores!

Mores (Sassari) – GoogleMaps
Domenica 29 agosto 2010
Inaugurazione dell’impianto “L’acqua del Comune

Fonte: Regione Autonoma della Sardegna
Pubblicazione: 25/08/2010 – Ultimo aggiornamento: 25/08/2010

7 COMMENTI

Rispondi a marraiafura Cancella la risposta

Please enter your comment!
Scrivi qui il tuo nome