Chi siamo

Marraiafura.com è il sito d’informazione e approfondimento sui temi della sostenibilità e della partecipazione. 

LA STORIA

Marraiafura.com è nato in Sardegna nel 2009 come spazio virtuale per notizie, approfondimenti e curiosità sullo sviluppo sostenibile e la progettazione partecipata.

Attorno al progetto del sitohanno preso vita diversi spin-off, tra cui una associazione senza scopo di lucro (che ha tra i suoi scopi la promozione dello sviluppo sostenibile e la progettazione partecipata), e una piccola società di comunicazione (specializzata nel campo dello sviluppo sostenibile e della progettazione partecipata). 

LA REDAZIONE

Un gruppo di professionisti con l’interesse comune per la cittadinanza attiva, le azioni dal basso, la creazione di spazi sociali e l’ecologia.

Un’equipe pluridisciplinare – coordinata da Marco Piccolo, cofondatore e responsabile del portale – nella quale ognuno collabora in base alle proprie competenze e attitudini. Così ci capita di spaziare da un articolo sulla cittadinanza attiva a uno sull’erotismo ecologico e successivamente di scrivere di sviluppo locale o di guerrilla gardening.

COSA SIGNIFICA MARRAI A FURA

Marrai a fura è un’espressione in Sardo. Letteralmente significa zappare di nascosto. Si usa per definire un’azione da stupidi: chi farebbe fatica per niente, oltretutto in modo furtivo?

Il nome è nato chiacchierando di guerrilla gardening, il movimento i cui attivisti trasformano le aree degradate e abbandonate della città in aiuole fiorite e luoghi verdi. Spesso con azioni notturne e furtive. Cioè zappando di nascosto.

Siamo certi che sia importante prendersi cura degli spazi collettivi (reali e virtuali). Per questo – da quasi 10 anni, con più o meno costanza – dedichiamo passione e tempo ad azioni e progetti di sostenibilità e partecipazione. Senza che nessuno ce l’abbia espressamente chiesto e senza un tornaconto personale. Che è un po’ come zappare di nascosto.

ULTIME NOTIZIE