aligart-locandinaL’associazione Culturale Sustainable Happiness organizza per il quarto anno il festival Alig’art. L’edizione 2014, dal tema Futuro anteriore, si svolgerà negli spazi del Lazzaretto di Cagliari nel quartiere Sant’Elia dal 19 al 28 settembre.

Il programma si articola tra due finesettimana.

Venerdì 19 si parte con l’inaugurazione della mostra Alig’Expo 2014 che propone due diversi racconti visivi n forma di fumetto: Pure ed “Alberico, che resteranno in mostra fino alla fine del festival; sabato spazio al dibattito con il convegno “Sapere, fare, condividere: nuove frontiere dell’istruzione e della produzione per i makers di domani” che vede la partecipazione di Alan N. Shapiro (sociologo e teorico dei media) ed il cui tema sarà quello dell’apporto delle nuove tecnologie al mondo della produzione e dell’istruzione. Il primo weekend del festival si chiuderà con la proiezione del film In grazia di Dio di Edoardo Winspeare, tra i sette film in corsa per la nomination agli Oscar 2015.

Il fine settimana seguente si parte con la presentazione della graphic novel Alberico attraverso una performance di disegno dal vivo accompagnata dalle musiche di Neeva; si proseguirà il giorno dopo col convegno Terra: istruzioni per l’uso. Esperienze di transizione agroecologica e (r)esistenza che tratterà il tema degli usi civici con particolare attenzione al territorio sardo. A seguire l’incontro Si può fare! Gli spazi per la produzione culturale e la sostenibilità finanziaria.

Prima di chiudere, la presentazione della residenza d’artista, una delle novità dell’edizione Alig’art 2014, in collaborazione con le associazioni Tight Rope Walkers e Carovana – Suono Movimento Immagine. Gli artisti che la costruiranno sono tre: il designer italiano Daniele Pario Perra (dal il 29 settembre al Lazzaretto), l’artista greca Mary Zigouri (dal 6 ottobre presso Accasarti) e il fotografo cagliaritano Alessandro Toscano (dal 6 ottobre), insieme indagheranno la città con l’intento di definire una sorta di mappa visionaria di Cagliari.

In chiusura del festival ci sarà il concerto per strumenti autocostruiti con materiale da riciclo dell’Ensemble Area 51 composto da un gruppo di studenti di Musica e Nuove tecnologie del Conservatorio di Cagliari.

Le novità e le collaborazioni del festival Alig’Art 2014 sono numerose, l’associazione Mazzamurru e l’associazione Punto a Capo Onlus si sono occupate di alcuni allestimenti della location del festival attraverso laboratori di educazione al riuso. L’associazione Quit si occuperà dei momenti ricreativi del festival curando le selezioni musicali, ed infine per la prima volta si sperimenterà un festival culturale interdisciplinare accessibile a tutti, compreso il pubblico con disabilità sensoriali e motorie.

 

Maggiori informazioni:

Fonte: comunicato stampa
Pubblicazione: 18/09/2014 – Ultimo aggiornamento: 18/09/2014

Copia pure: sei libero di ri-utilizzare questo articolo, ma ricorda di inserire il link
Marrai a Fura – sostenibilità e partecipazione” (maggiori info qui).

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi qui il tuo nome