Riconoscere e premiare le buone pratiche sperimentate in campo ambientale dagli enti locali italiani, perché servano da esempio e si diffondano. Dai rifiuti alla mobilità, dall’energia ai beni comuni, dalle politiche partecipative alla gestione del territorio, dall’inclusione sociale all’accoglienza.

Con questo spirito riparte il Premio nazionale Comuni Virtuosi, promosso dall’Associazione dei Comuni Virtuosi e giunto alla sua tredicesima edizione.

Politiche di sensibilizzazione, progetti, azioni e iniziative di sostegno alle buone pratiche locali

I comuni possono partecipare con uno o più progetti, presentando la propria candidatura fino al 31 ottobre 2019. Possono concorrere tutti gli enti locali che abbiano avviato politiche di sensibilizzazione, progetti, azioni e iniziative di sostegno alle buone pratiche locali dove l’aspetto della prevenzione sia prevalente e i progetti siano caratterizzati da un’accurata rendicontazione e misurazione dei risultati ottenuti e presentino elementi di novità e innovazione.

Il premio mira a riconoscere le attività virtuose di gestione del territorio (progetti di cementificazione zero, recupero di aree dismesse, progettazione partecipata, bioedilizia, ecc.), di impronta ecologica della macchina comunale (efficienza energetica, acquisti verdi, mense biologiche, ecc.); di gestione dei rifiuti (economia circolare, raccolta differenziata porta a porta spinta con tariffazione puntuale, progetti per la riduzione dei rifiuti e riuso, ecc.), mobilità sostenibile (car-sharing, car-pooling, trasporto pubblico integrato, piedibus, scelta di carburanti alternativi al petrolio e meno inquinanti, ecc.) e la promozione di nuovi stili di vita più sostenibili (progetti per stimolare nella cittadinanza scelte quotidiane sobrie e sostenibili, quali autoproduzione, filiera corta, cibo biologico e di stagione, sostegno alla costituzione di gruppi di acquisto, turismo ed ospitalità sostenibili, promozione della cultura della pace, cooperazione e solidarietà, disimballo dei territori, diffusione commercio equo e solidale, autoproduzione, finanza etica, ecc.).

Il vincitore sarà scelto tra chi avrà evidenziato un’azione integrata trasversale ad alcune o tutte le categorie del premio, o il cui progetto avrà una forza innovativa e dei risultati verificati sul campo tali da giustificarne la vittoria.

È prevista inoltre una menzione speciale per il Comune Bike Friendly, che si è distinto nel corso dell’anno per le politiche di mobilità sostenibile.

Il premio è organizzato dall’Associazione Comuni Virtuosi, con il patrocinio di Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Coordinamento Agende21 Locali Italiane, Avviso Pubblico, Associazione Borghi Autentici d’Italia, Alleanza Mobilità Dolce.

Per informazioni e per scaricare il bando: www.comunivirtuosi.org

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi qui il tuo nome