jansch1Vi è mai capitato di passeggiare lungo la spiaggia, magari dopo una mareggiata, e, tra i tanti rifiuti di plastica, imbattervi in un particolare pezzo di legno contorto, schiarito e levigato dal mare?

La tentazione è quella di portarlo a casa perché sembra una scultura… ma poi, arrivati a casa, non sappiamo più che farne!

Heather Jansch, invece, sa benissimo come riutilizzarli. L’artista inglese, infatti, riesce ad assemblarli creando delle stupefacenti sculture di cavalli a grandezza naturale. Opere sostenibili, eleganti, ispirate ai suggestivi disegni di Leonardo da Vinci.

jansch2È stato per lei un lungo e faticoso percorso: da ragazzina amava il disegno e i cavalli; successivamente cominciò a dipingere ad olio proprio il suo animale preferito.

Poi, improvvisamente, arrivò l’ispirazione! Realizzare sculture con i legni portati dal mare (in inglese chiamati, con una sola parola, driftwood).
jansch3 Venne immediatamente notata dalla critica e dal pubblico e da più di dieci anni espone i suoi capolavori di riuso creativo in tutto il mondo.

janschmini

Leggi tutti gli articoli di DidatticArte

Pubblicazione: 19/11/2012 – Ultimo aggiornamento: 19/11/2012

Copia pure: sei libero di ri-utilizzare questo articolo, ma ricorda di inserire il link
Marrai a Fura – sostenibilità e partecipazione” (maggiori info qui).

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi qui il tuo nome