AntiMap Festival a Cagliari. Nuovi immaginari per perdersi negli spazi urbani

0

antimap festival

“Nel 2007 la popolazione mondiale urbana ha superato quella rurale, la città delle baraccopoli sconfinate non corrisponde più a un organismo o a un progetto, ma si presenta  come una rete infinita di relazioni virtuali, senza un centro, senza una mappa e senza coordinate. I corpi che abitano le città si aggirano in un luogo di vagabondaggio senza meta, muovendosi in un labirinto che rappresenta la metafora dello spaesamento urbano”.

La prima edizione di AntiMap Festival che si svolgerà a Cagliari dal 13 al 22 Dicembre 2012 intende appunto aprire una discussione sulla necessità del “perdersi” nella città come metafora e modalità di esercizio creativo, sul piano del processo artistico così come sul piano sociale.

Il risultato che auspica è che questa discussione sia motore e agente di cambiamento nel tessuto sociale e nella creazione di una coscienza del singolo e della collettività, attivando capacità reali di azione e di pensiero.

antimap

L’Associazione Formati Sensibili, che organizza il festival, propone alla città di Cagliari un esperimento: ripensare lo spazio urbano. Laboratori, mostre, spettacoli e racconti di esperienze sul tema sono gli strumenti con cui la prima edizione di AntiMap Festival intende aprire la riflessione sui nuovi immaginari  legati alle trasformazioni urbane, a Cagliari e in altre città del mondo. Lo spazio della città sarà esplorato come un luogo di esperienza e produzione, in cui il corpo diventa l’agente e l’asse portante della discussione e del cambiamento nelle sue diverse specificità. Saranno ospiti del festival artisti e studiosi di rilievo internazionale che da anni indagano il tema da punti di vista innovativi e sperimentali.

antimap festival

A partire da queste riflessioni AntiMap Festival cercherà di analizzare i nuovi avamposti di sperimentazione di artisti, collettivi e scienziati che riflettono sui cambiamenti globali della società e delle sue trasformazioni antropologiche e socio culturali in relazione alla città. La sua intenzione è di illustrare i processi e le strategie degli artisti per raccontare la città globale nella sua complessità.

Il programma sarà strutturato su due parti. La prima, dal 13 al 15 Dicembre presso la MEM – Mediateca del Mediterraneo, svilupperà attività laboratoriali destinate ad adulti e bambini, incentrate sull’indagine locale della città di Cagliari.

La seconda, dal 21 al 22 Dicembre, si svolgerà in sedi sparse tra tra i quartieri storici di Stampace e Castello e raccoglierà, in un’ottica multidisciplinare, una mostra, una conferenza-performance, una giornata di incontri in cui massimi esperti e pionieri sul tema ci racconteranno in cosa consiste il loro lavoro e quali sono gli elementi che guidano la loro indagine, più alcuni eventi collaterali.

antimap festival

AntiMap Festival sarà anche uno strumento innovativo di partecipazione verso tematiche legate al vivere la città di Cagliari. Per l’edizione è stata progettata AntimApp, un’applicazione gratuita per smartphone disponibile per iPhone e Android che permetterà ai cittadini di poter ripensare in modo critico la città.

I dati raccolti verranno poi pubblicati e resi consultabili sul sito del festival e utilizzati per futuri progetti di ricerca in ambito sociale, urbano e artistico.

Alcuni momenti del festival verranno trasmessi in web-streaming nei siti Water-wheel.net e Spreaker.com.

applicazione antimap festival

Insomma, amici di Marraiafura, buon festival a tutti voi!

Info: antimapfestival.wordpress.com

Fonte: Comunicato stampa
Pubblicazione: 12/12/2012 – Ultimo aggiornamento: 12/12/2012

Copia pure: sei libero di ri-utilizzare questo articolo, ma ricorda di inserire il link
Marrai a Fura – sostenibilità e partecipazione” (maggiori info qui).

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi qui il tuo nome