Coppetta mestruale mooncup
Coppetta mestruale Mooncup

Vi siete mai chiesti quanti assorbenti, salvaslip o tamponi interni utilizza una donna nella sua vita fertile?

Il conto è presto fatto: se l’età media della prima mestruazione è di circa 12 anni e quella della menopausa di circa 50, ogni donna ha mediamente quasi 500 cicli mestruali. Per 5-6 giorni di ciclo, si può ipotizzare l’uso di 25 tra assorbenti o tamponi e salvaslip per un totale pari a 12.500!!!

Se si considera che per lo smaltimento in discarica degli assorbenti (come dei pannolini per bambini) ci vogliono anche 500 anni possiamo facilmente renderci conto di quanto il problema non sia trascurabile…

Eppure la soluzione esiste già da molti anni: è  la coppetta mestruale, una sorta di piccolo calice in silicone che raccoglie il flusso al suo interno.

Si utilizza come un tampone ma, una volta svuotata, si riutilizza per tutta la durata del ciclo.

Utilizzo della Mooncup
Come si usa una coppetta mestruale riutilizzabile

La stessa coppetta si può utilizzare anche per 15 anni.

Oltre all’evidente convenienza ambientale, c’è un non trascurabile vantaggio economico (bastano 2-3 coppette del costo di circa 35 euro l’una per tutti gli anni fertili di una donna contro il prezzo di 780 pacchi di assorbenti) e un netto miglioramento della qualità di vita dei giorni interessati dal ciclo (è perfetta, ad esempio, per sport e viaggi…).

La coppetta più diffusa è la Mooncup (in vendita  in Italia online o presso i rivenditori), ma esiste anche la Lady Cup, la Femmecup, la Miacup e molte altre.

lady_cup
Coppette mestruali Lady Cup

Molte donne, soprattutto le italiane, sono molto restie al pensiero di utilizzare un dispositivo del genere, sia per la scarsa confidenza che in genere hanno con il proprio corpo, sia per le numerose credenze popolari sul ciclo mestruale che influiscono sulle scelte femminili.

Tuttavia le donne che utilizzano la coppetta ne parlano con toni davvero entusiastici… allora perché non provare?

77 COMMENTI

  1. dove si possono trovare? nell’articolo c’è critto “on line”, ma su quali siti esattamente? posso essere certa che siano affidabili e che non contengano qualcosa di tossico come molti prodotti cinesi?

  2. La coppetta più facilmente reperibile è la Mooncup.
    L’elenco dei distributori italiani o il modulo per l’acquisto on-line è al seguente link:
    labottegadellaluna.it/mooncup.asp

    Per quanto riguarda l’affidabilità e le garanzie sui materiali e sulla produzione puoi consultare quest’altro link:
    labottegadellaluna.it/mooncup_etica.asp

    Se la mia testimonianza può servire a qualcosa… finora non mi ha mai dato alcun tipo di disturbo, anzi!

    Emanuela – per la redazione di Marrai a Fura

  3. Io uso la mooncup da quasi due anni, e non tornerei indietro. Le prime volte non è del tutto confortevole (ma neppure il primo tampax lo è stato), e in genere tendo a sentire più di frequente lo stimolo a fare pipì (perché la coppetta preme un po’ sulla vescica). Per il resto, perfetta! Diversamente dal tampone raccoglie, invece di assorbire, e quindi non secca le mucose e non “raschia” quando il flusso è leggero.

    Nel 2008 l’ho pagata 25 euro, allora si comprava solo su internet, oggi sembra che ci siano anche dei rivenditori. Mi pare un investimento modesto, che si ammortizza in poco tempo, e che si può affrontare anche se non si è sicurissime di voler abbandonare i sistemi tradizionali. Provatela!

  4. sono piu di due anni che la adopero e non tornerei indietro per niente al mondo anzi… ad averla scoperta prima! meravigliosa mooncup!! 🙂

  5. D’accordo ma come si fa quando si è in giro, in un bagno pubblico per esempio? C’è sempre bisogno di un lavandino e se l’acqua non è pulitissima? Mi sembra poco igienico sinceramente… ma magari mi sbaglio!

  6. Anch’io avevo molte perplessità prima di iniziare ad usare la coppetta. Ti posso assicurare, invece, che anche in condizioni complicate è di grande comodità.
    Piccolo consiglio: se sai di dover andare in giro tutto il giorno e non sei sicura di avere un bagno con lavandino (per esempio in autogrill) dove effettuare le normali operazioni porta con te fazzolettini di carta e salviette imbevute. Potrai fare tutto lo stesso. Basta svuotarla nel WC e asciugarla con un fazzolettino. La salvietta imbevuta, invece, è per le mani…
    Poi quando sei a casa potrai pulire o disinfettare la coppetta in maniera più curata.
    In ogni caso, se il flusso non è particolarmente abbondante, la puoi svuotare anche dopo 8 ore! Questo significa, in pratica, metterla e dimenticarsene…
    La cosa che entusiasma tutte le utilizzatrici di coppetta mestruale è proprio il fatto che non senti di averla e ti sembra di non avere più neanche il ciclo!

    Emanuela – per la redazione di Marrai a Fura

  7. tutto giusto tranne il calcolo di 25 tra assorbenti e salvaslip etc che una donna userebbe ogni mese… un numero decisamente eccessivo… e ridicolo… io non arrivo a più di 5-6 dispositivi a ciclo… sarò più fortunata di altre ma non credo di essere tanto lontana dalle vera media… comunque il passaggio a un dispositivo così ecologico deve essere incentivato… perche non lo pubblicizzano sulle riviste femminili? solite leggi di mercato!

  8. Il calcolo è fatto sui flussi abbondanti e comprende sia gli assorbenti (ed io, ad esempio, ne usavo una confezione a ciclo, generalmente 16 pezzi) sia i salvaslip che molte donne usano nei giorni successivi per quelle piccole perdite spot che perdurano anche fino a molti giorni dopo… credo che tu sia davvero fortunata se riesci ad usare solo 5-6 assorbenti!!!
    Per quanto riguarda la pubblicità… si basa più sul passa-parola e su articoli come i nostri…
    Se pensi che sia un dispositivo interessante provalo e diffondi la notizia! 🙂

    Emanuela – per la redazione di Marrai a Fura

  9. come funziona la manutenzione della coppetta?
    si disinfetta in che modo? dopo qualche anno d’utilizzo non può accadere che il materiale indurisca e si creino delle crepe nella coppetta?

  10. La coppetta non necessita di particolari cure. Durante l’uso può essere semplicemente pulita con acqua e sapone. Va sterilizzata tra un ciclo e l’altro con bollitura per 10 minuti o con disinfettanti a freddo (quelli adoperati per le tettarelle dei biberon e i ciucci dei bambini). Poi deve essere asciugata e conservata nel suo sacchetto di cotone. Non bisogna mai usare lubrificanti a base d’olio.
    Il silicone non indurisce con il tempo ma le piegature da effettuare per l’inserimento potrebbero portare alla formazione di lesioni dopo molti anni di utilizzo (i produttori indicano comunque almeno 10 anni di durata).
    Comunque è molto più semplice a farsi che a dirsi!

    Emanuela – per la redazione di Marrai a Fura

  11. interessante… ma se si è al lavoro o in giro non si rischia di sporcarsi a toglierla??? nessuna di voi si è mai sporcata a svuotarla o meglio ad estrarla???
    e si può tranquillamente usare anche se si fa piscina o c’è il rischio che con qualche movimento ci si sporchi???

  12. All’inizio può succedere di sporcarsi magari perché non sai estrarla correttamente, o perché si è riempita troppo… ma è solo questione di abitudine. Quando si diventa più pratiche non ci si sporca più.
    Per il mare e la piscina non c’è problema… se la svuoti poco prima di entrare in acqua sei sicura che non fuoriuscirà nulla; il movimento non altera l’aderenza della coppetta: l’ho già testata in entrambi i casi… 😉

    Emanuela – per la redazione di Marrai a Fura

  13. Anche se per estrarla non viene ripiegata su stessa l’operazione non fa male.
    Basta imparare il movimento giusto, per esempio inclinandola un po’ su un lato e un po’ sull’altro.
    In ogni caso la coppetta è accompagnata da un dettagliatissimo manualetto che spiega tutte le procedure. Dopo qualche giorno di utilizzo si diventa subito esperte e non c’è più alcun problema.
    Ti ho convinta, Rabbitina? 😉

    Emanuela – per la redazione di Marrai a Fura

  14. Anche io la uso da quasi due anni e non tornerei mai e poi mai indietro. Rispetto ai pasticci che per 25 anni ho fatto con gli assorbenti (perdite di fianco, davanti e dietro, di notte e di giorno) e alla scomodità di doversi cambiare anche ogni 2 ore all’inizio del ciclo (non credo di essere l’unica ad avere un flusso abbondante), magari fuori casa, in bagni scomodi e poco puliti, avere scoperto la Mooncup è stata una vera liberazione. Quei 5/6 giorni ora non sono più fonte di ansia. Vi assicuro che non sto esagerando.
    Accipicchia, vedo solo ora tutte quelle belle coppette colorate… dovrò aspettare altri 8 anni, ma la prossima la voglio azzurra!!!

  15. confermo tutto! 🙂 anche io la uso da anni ormai e mi trovo benissimo. Purtroppo la questione è un po’ laboriosa per i flussi molto abbondanti ma con buona volontà e abitudine ci si riesce comunque… magari abbinando un assorbente lavabile perché se si tarda un pochino nel cambio, qualche piccola fuoriuscita c’è. Ma ripeto, è l’unico problema e del tutto gestibile 🙂

  16. La uso da pochi mesi e devo dire che non mi sembra neppure di avere il ciclo!
    E’ talmente comoda e confortevole che non mi fa mai sentire a disagio. Posso fare nuoto e poi farmi tranquillamente la doccia nel bagno pubblico… Libera dal rivoltante odore degli assorbenti UeG .

    Per chi è titubante per via dell’insermento/svuotamento dico che è veramente semplice e si impara davvero in un giorno di utilizzo… magari provatela di sabato o domenica, mentre siete a casa, questo potrebbe farvi sentire più tranquille e rilassate.

    Per quando si va fuori, l’unico accorgimento che io uso è quello di portarsi dietro una boccetta di acqua per il risciacquo. Del resto è anche vero che vi accorgerete da sola che non necessita di essere svuotata frequentemente come si cambiano i tamponi/assorbenti.
    Io ho fatto un’escursione in montagna da mattina a sera, svuotandola una volta nel pomeriggio e risciacquandola con una bottiglietta di acqua ed era il secondo giorno del ciclo!
    All’inizio pensavo di usarla solo durante il giorno e tenere degli assorbenti di cotone per la notte, invece la uso giorno e notte!!

  17. Io l’ho usata anche in campeggio al mare, superlativa! Mi portavo una bottiglietta d’acqua per sciacquarla e per la prima volta mi sono veramente scordata di avere il ciclo! E mentre con gli assorbenti esterni ma anche con quelli interni non potevo fare equitazione durante il ciclo, con la coppetta vado al galoppo senza paura di fare disastri sulla sella….la consiglio vivamente a tutte! ^___^

  18. anche io la uso da circa tre mesi, sono entusiasta a dir poco! Ho un ciclo molto abbondante e mi dura almeno 7 giorni. Inoltre soffro di endometriosi e quindi pensare di mettere un corpo estraneo mi faceva già paura! (Infatti il tampax non sono mai riuscito a tenerlo per piu di mezz’ora) Invece mi sono messa tranquilla, ho letto in giro un po’ di consigli (c’è un canale youtube dove fa vedere proprio come metterlo e come piegarlo) e nel fine settimana ho provato.
    Risultato: già dalla prima volta mi sono accorta della differenza, dopo i primi 10 minuti di sensazione di vescica piena, la coppetta si è posizionata e per le successive ore non l’ho proprio sentita. Io la cambio 4 o 5 volte il primo giorno, 4/3 il secondo, e dal terzo in poi 3 volte al giorno. Io ci dormo anche e non ho mai avuto problemi. Per me è veramente una rivelazione! Infatti la consiglio a tutte ma purtroppo la diffidenza frega, e invece… Io se tornassi indietro la userei dal primo ciclo!

  19. @ Maralica
    Tra le FAQ del distributore della Mooncup si può trovare questa risposta al tuo quesito riguardo l’uso contemporaneo di spirale e coppetta:

    “Non dovresti avere nessun problema ad usare la Mooncup con la IUD, sempre che tu abbia cura di posizionare la Mooncup in basso in vagina e rimuova la Mooncup solo dopo aver correttamente tolto l’effetto “sigillo” come da istruzioni. Potresti chiedere al tuo ginecologo di tagliare il filo della spirale. In ogni caso devi sempre controllare che la spirale non si sia spostata.
    Ti consigliamo comunque di parlane con il tuo ginecologo di fiducia”.

    Emanuela – per la redazione di Marraiafura

  20. Ciao Lella

    stai tranquilla, la coppetta non fa male in nessuna posizione (puoi correre, nuotare, stare in piedi, seduta, coricata, senza sentirla affatto e senza sporcarti…).
    Ha una sua collocazione interna per cui anche con i pantaloni più stretti non c’è alcun disturbo (te lo dico per esperienza diretta).

    Emanuela – per la redazione di Marraiafura

  21. Io ho un ciclo molto abbondate. di solito utilizzo gli assorbenti da notte per il giorno e di notte uno interno e uno da notte e tanto non mi bastano. Facendo un rapido calcolo utilizzo 5 assorbenti da notte al giorno + tre tampax per tre giorni e poi 6 assorbenti normali per i giorni in cui ho meno flusso. e’ tantissimo. Ho comprato la lady cup. Primo giorno di prova, speriamo bene

  22. Ciao Katia
    sono contenta che tu abbia deciso di provare la coppetta. Ti raccomando di avere un po’ di pazienza: all’inizio potresti avere qualche difficoltà nel metterla e nel toglierla, e potresti sporcarti se si riempie troppo. Ma non ci vorrà molto per individuare l’intervallo giusto tra uno svuotamento e l’altro.
    Sono sicura che alla fine ne sarai entusiasta pure tu!

    Emanuela – per la redazione di Marraiafura

  23. Mi avete convinta! Ora il quesito è: mooncup piu cara ma già sperimentata oppure ladycup più economica e magari colorata? Qualcuna di voi ha provato la ladycup? grazie

  24. Ho un altro quesito, mi accingo a comprare e mi viene un dubbio… e la misura?
    La mia ginecologa mi ha detto che ho un utero molto piccolo (tanto che la spirale l’ho dovuta prendere più piccola)…dunque come si fa a misurare? La ginecologa (mi spiace!) ma non ne sa nulla di monncup! Dunque? E’ possibile sapere l’esatto diametro delle varie (due) misure?
    Grazie

  25. @ Paola
    Difficile fare confronti perché in genere se ne compra una sola; io, ad esempio, ho la MoonCup ma non sono in grado di dirti se è la migliore delle due… comunque mi trovo benissimo.
    Credo, in ogni caso, che l’una valga l’altra: tutto sommato non è che un piccolo calice di silicone!

    @ Maralica
    La dimensione della coppetta dipende dal canale vaginale, non dall’utero, perché va collocata molto in basso (vedi fig. 4); secondo le indicazioni della MoonCup se hai più di 30 anni oppure se ne hai meno ma hai avuto un parto naturale allora devi usare la A (che sarebbe la più grande) altrimenti (se sei giovanissima e nullipara o hai avuto un cesareo) puoi usare la B (piccola).
    Devo dire, però, che ho sentito il parere di una venticinquenne che, essendo nullipara, ha preso la B ma poi si è accorta che spesso non aderiva bene per cui dopo ha dovuto acquistare la A…
    A proposito: il diametro esterno del bordo della coppetta A è di 46 mm mentre la B è 43 mm.
    Altre info su
    http://www.labottegadellaluna.it/mooncup_faq.asp

    Emanuela – per la redazione di Marraiafura

  26. Anche io la uso da quasi un anno e non la cambierei per niente!!! Ho conosciuto la lunette in una riunione della valigia rossa e l’ho presa subito, le prime volte ho usato un salvaslip per precauzione, così come i giorni più abbondanti, per sentirmi più sicura… nei bagni pubblici anche io mi porto dietro la bottiglietta d’acqua e via!!!

  27. Ciao! Io è il primo giorno che provo la ladycup… Con l’inserimento non ci sono stati problemi ma ho dovuta toglierla comunque. Il dubbio che mi sorge è se l’estremità della coppetta debba restare un po’ fuori dalla vagina (in questo caso era scomoda e faceva male e non ero sicura aderisse perfettamente alla pareti) oppure rimanere completamente dentro (questo è stato il mio primo tentativo, ma ho notato con dispiacere che il tubicino mi andava a “graffiare” dall’interno appena sotto l’apertura… era proprio insopportabile). Ho letto che alcune l’hanno tagliato… è per lo stesso mio motivo? Inoltre ho il timore di inserirla più a fondo, perché già così a malapena riuscivo a toglierla (dato che scivolava un pochino), e anche di tagliarla … nel caso il tubicino diventasse troppo corto… quindi non vorrei rischiare che rimanesse lì!
    Ah… volevo anche chiedervi se è normale avere qualche reazione di “rigetto”. Sul foglietto indicava l’assenza di casi di allergie e TSS… quindi ero già tranquilla. Ma personalmente appena l’ho messa ho provato un po’ di capogiro e una sensazione di fastidio… E’ solo questione di abitudine o è meglio che faccia un controllo? Grazie!!! E scusate le mille domande.:)

  28. Ciao Valentina, i tuoi dubbi sono stati gli stessi miei…
    Il tubicino deve essere tagliato un po’. Io ne ho lasciato circa un centimetro e mezzo altrimenti lo sentivo (fai diverse prove, non tagliarlo tutto in una volta).
    La coppetta va inserita ad una profondità “media”, con la pratica ti accorgerai che riesce a posizionarsi da sola nel punto giusto. Non deve stare troppo dentro altrimenti diventa complicato toglierla (ma se ti capita niente panico: mettiti accovacciata e spingi come per urinare, vedrai che riuscirai a prenderla).
    Per estrarla devi “pizzicare” con pollice e indice il fondo della coppetta, giusto sopra il tubicino, in modo da eliminare l’effetto ventosa che la tiene al suo posto. Continuando a stringerla con le due dita tirala fuori inclinandola un po’ a destra e un po’ a sinistra (io almeno faccio così).
    Per quanto riguarda reazioni allergiche non ne ho lette ma se hai disturbi seri è sempre meglio un controllo.
    Facci sapere! 😉

  29. Emanuela …grazie !!!! Sei stata molto esaustiva … io sono una consulente de La Valigia Rossa … facciamo riunioni a domicilio per sole donne sulla salute e il benessere sessuale della donna e della coppia…tra i nostri articoli c’è anche la Lunette …. vi assicuro che è davvero fantastica!!! Abbiamo anche fatto un video dimostrativo ed esplicativo sull’uso della Lunette e le sue caratteristiche ..vi posto qui il link se vi andasse di vederlo..inoltre grazie ai dati dateci da esperti ginecologi e dati certi presi da internet abbiamo anche girato un’intervista ..dove parliamo di tutela dell’ambiente e di come sia importante non solo per la nostra salute ..ma anche per l’ambiente ..imparare ad utilizzare la Lunette…. baci …eccol il link del video
    http://www.youtube.com/watch?v=D7dhuGwXigc
    Buona visione… ♥

  30. ciao a tutti,
    dopo aver letto questo articolo utilissimo, sono andata sia nei siti specificati qui, nei quali è possibile acquistare l’oggetto in questione, sia ieri e oggi, in due farmacie nella città (Foggia) in cui vivo e in quella vicina, in cui lavoro.
    in entrambe, alla domanda: “ho letto delle coppette mestruali, che sostituiscono gli assorbenti, ne avete?” mi è stato detto, con tanto di stretta nelle spalle: “no, mai sentito parlare… no qui non sappiamo che sono”.

    possibile che se ne parla in giro, si vendono quantomeno sul web e i farmacisti, ossia addetti a tali lavori, non ne sanno niente? è una risposta “politica”? è ignoranza??
    che sconforto.
    io intanto ne acquisto una sul web… e poi sarebbe il caso di portarla in queste farmacie e istruire il personale… ma pensa un po’…

  31. ciao ragazze, anch’io uso la coppetta da quasi tre anni.
    inizialmente usavo la moocup, poi ho scoperto la ladycupe ed ho deciso di provarla.mi trovo decisamente meglio perchè la ladycup è più morbida quindi si apre con maggiore facilità e non devo fare nessuna manovra di rotazione quando la inserisco.

    pensate a qualunque limite o fastidio dovete sopportare durrante il ciclo a causa degli assorbenti…con la coppetta vete risolto praticamente tutto:nessun mitite fisico, nessun ingombro, niente cattivi odori, nessun tipo di allergia, di fastidio o di irritazione, totale libertà, non si vede, non si sente,m non devi ricordarti di mettere l’assorbente in borsa prima di uscire…
    insomma una scoperta meravigliosa!

    su fb c’è anche il profilo fb LA COPPETTA dove potrete leggere le testimonianze di chi l’ha usata e le risposte ai dubbi di molte donne 🙂

    donne provatela!

    N.B:tra l’altro considerate che gli assorbenti usati comunemente sono un rifiuto pericolosissimo..un vero e proprio rifiuto sanitario che èpotrebbe essere tranquillamente eliminato.

  32. anche io la uso da qualche mese e mi trovo benissimo, meglio di quello che potessi pensare!
    non mi sono mai macchiata, non mi ha mai fatto male, mai provato disagio! l’unico consiglio è di provarlo la prima volta qualche giorno prima del ciclo e tenerlo su, abituarsi, capire come posizionarlo…
    si può tenere molte ore in più rispetto agli assorbenti (almeno, nel mio caso è così) e fuori casa basta avere una bottiglietta d’acqua con se…

    se può essere utile a qualcuna, sappiate poi che si può utilizzare in contemporanea a anticoncezionali come Nuvaring (che è un anello di lattice che rilascia ormoni direttamente nella vagina) dato che si vanno a posizionare ad altezze diverse.

  33. Grazie a Monica, Velantina, Glida e Anna per le vostre testimonianze: sono tutte preziose per noi! Grazie anche a non-solo-ciripà per la segnalazione di un’alternativa alla coppetta, non meno ecologica!
    Aiutateci a diffondere l’uso delle copette, vi ringrazierà anche il nostro pianeta… 😉

  34. ciaooo io ho comprato FLEURCUP e mi trovo molto comoda l’unico dubbio è che ho è se puo andare troppo in fondo, perche quando la metto lascio il tubicino fuori poi piano piano va dentro, questo è normale cioè che da sola trova il suo posto?? quando la tolgo la prendo per il tubicino e poi tiro fuori solo che adesso è difficile magari perche sono i primi giorni che la uso, a voi è capitato??

  35. Ciao Lucia, stai tranquilla: la coppetta non andrà mai tanto in fondo da non riuscire più a levarla… 😉
    Se tende ad entrare di più rispetto a dove l’hai collocata vuol dire che quello deve essere il suo posto (e in effetti il tubicino non deve stare fuori).
    Per estrarla comodamente conviene che prima di tirare fai cessare l’effetto ventosa premendola lungo un lato con l’indice (dovresti sentire proprio che perde aderenza), dopo afferri il tubicino tra pollice e indice e la puoi tirare fuori senza sforzo (io almeno faccio così…).
    I primi giorni sembra davvero complicato… ma dopo un paio di cicli ti sembrerà di usarla da sempre!!!

    Emanuela – per la redazione di Marraiafura

  36. l’ho acquistata l’estate scorsa,all’inizio ho avuto anch’io delle difficoltà nell’uso ma presa la ‘mano’ non tornerei più indietro!! Addio assorbenti benvenuta coppetta!

  37. ciao a tutte.
    Sto provando la ladycup per la seconda volta. (ho 34 anni, nullipara, ho preso la L). All’altro ciclo, l’ho messa solo una volta il terzo giorno e, pur avendola posizionata in basso, ma con il tubicino dentro, non si era aperta. Poi si è aperta spostandosi almeno quattro-cinque centimetri più su dove lavevo messa!! a me è sembrato tantissimo e mi sono un po’ spaventata.
    Sto riprovando adesso al nuovo ciclo, dieci minuti ho provato a inserirla, ma tenedola in basso non si apre. Non so come fare, temo che per aprirsi debba di nuovo spostarsi in su. Però nelle figure del manuale, e su internet, viene rappresentata più in basso di dove mi finisce…. avete consigli?!? GRAZIEEE!!!
    Silvia

  38. Ciao Silvia
    non capisco bene in che senso la coppetta non si apre. La inserisci piegandola ad U e resta piegata? Forse è perché la metti davvero troppo in basso.
    Lascia che la coppetta trovi da sé la sua posizione (probabilmente più interna di quella che le davi) e vedrai che si aprirà bene e farà il necessario effetto ventosa.
    Non spaventarti se non riesci ad afferrarla per tirarla fuori. Come scrivevo poco sopra, basta che infili l’indice e la schiacci su un lato per farle perdere l’aderenza e la potrai sfilare tranquillamente afferrando il tubicino o la base della coppetta tra pollice ed indice. E non preoccuparti neanche delle figure che trovi sui siti… sono solo indicative.
    Saprai che la coppetta è messa bene se ti dimenticherai di averla addosso!

    Emanuela – per la redazione di Marraiafura

  39. dopo poche bolliture è talmente gonfiata che puoi tirarla via!
    inoltre quando sei in pieno flusso, può accadere che fuoriesce mettendosi sedute! infine è veramente antiigienico lavarla nel lavandino del bagno pubbllico, sembrava di avere sgozzato un maiale, pensavo che mi denunciassero! ecologica ma veramente antiigienica! meglio assorbenti in cotone biodegradabili x me!

  40. Ciao,
    io uso la mooncup da un paio di mesi, per il momento tutto bene! …mi chiedevo però se avete qualche consiglio da darmi riguardo ad assorbenti o, soprattutto, salvaslip lavabili, visto che uso spesso i salvaslip anche nei giorni in cui non ho il ciclo (specialmente se devo stare fuori casa tutto il giorno) e non sono ancora riuscita, purtroppo, a trovare un’alternativa a quelli tradizionali.
    Grazie!
    maria

  41. @ Viola
    Non so come hai fatto a rovinare la coppetta con poche bolliture… forse l’hai tenuta a mollo per troppo tempo.
    Anche l’idea di svuotarla nel lavandino di un bagno pubblico non mi sembra delle più felici… magari svuotala nel WC e puliscila con una salvietta!
    Comunque se proprio non ti ci trovi, allora è meglio optare per gli assorbenti in cotone.

    @ Maria
    Sulla rete puoi trovare tante proposte di salvaslip lavabili:
    ecopannoli.it
    cucicucicoo.blogspot.com

    Prova, e facci sapere! 🙂

  42. Ciao a tutte, io uso la mooncup da quasi un anno, è fantastica, ci si dimentica proprio di averla e di avere le mestruazioni!!! Fuori casa non la svuoto perchè purtroppo non mi ci trovo e la uso assieme agli assorbenti esterni usa e getta anche se dal prossimo mese li abbandonerò per passare a quelli lavabili, così la transizione “ecologica” sarà completata. Mi sono arrivati l’altro giorno e non vedo l’ora di provarli, così potrò dire addio anche alle irritazioni che mi perseguitano!!
    Un saluto,
    Michela

  43. ciao ragazze! ci ho riflettuto per un po’, oggi mi son decisa e ho fatto l’ordine! appena l’avrò provata per qualche tempo darò anche io il mio parere. i presupposti teorici sono buoni, la questione ambientale è certamente fondamentale e mi ha spinta a questa decisione!
    ciao!

  44. Ciao a tutte, ho letto tt i comm, e sono quasi convinta a provare la coppetta,sono stanca di assorbenti, tamponi ecc… ma tra le tante marche, quale veramente è la migliore?

  45. Ciao Baby… domanda difficile! Non ci sono molte informazioni in italiano (a parte qualche forum da cui si evince che la Ladycup sarebbe più morbida della Mooncup) ma se sei un po’ pratica di inglese e fai ricerche su “menstrual cup comparison” trovi una valanga di confronti tra misure, capacità, facilità d’uso etc.
    Dai un’occhiata a questo link:
    http://menstrualcups.wordpress.com/2009/07/23/more-cup-photos/

    Personalmente uso la Mooncup semplicemente perché era l’unica di cui avevo sentito parlare e perché hanno una buona rete di vendita in Italia. Naturalmente ciò non significa che sia la migliore… in ogni caso io mi ci trovo benissimo! 😉

    Emanuela – per la redazione di Marraiafura

  46. ciao ragazzuole…..
    ho appena fatto l’ordine per accaparrarmi una fleurcup a 14.99 con sconto per la festa della donna…….non vedo l’ora che arrivi per provarla…..
    grazie delle vostre testimonianze!!!
    poi vi darò la mia!!!
    chiara

  47. Ciao Chiara

    aspettiamo con trepidazione la tua testimonianza fresca fresca…
    Ricordati che all’inizio potrai avere qualche difficoltà, è successo a tutte.
    Leggi bene le istruzioni e ti dimenticherai di averla addosso! 😉

    Emanuela – per la redazione di Marraiafura

  48. Terzo giorno di mestruazioni…mi è arrivata la coppetta oggi!!!!
    Allora: l’ho inserita alle 16 senza particolari difficoltà; subito ho capito che l’avevo lasciata troppo fuori, poi l’ho messa un po’ più su e da quel momento non l’ho più sentita, proprio come non avere niente…..ho però dovuto tagliare il gambetto di due tacchettine, che invece quello dava fastidio.
    Ho però messo anche un assorbente per sicurezza.
    Alle 20.30 sono andata a vedere la situazione:
    sull’assorbente c’erano alcune goccine, coppetta tolta senza problemi e svuotata, sciacquata e rimessa senza difficoltà, stavolta subito all’altezza giusta.
    Mi sembrava di averla messa bene, come mai secondo voi c’erano delle goccine sull’assorbente?
    Altra domanda: di notte? non c’è un ristagno di sangue poco salutare?

    • Ciao Chiara

      stai tranquilla, tutto procede come nella norma! La posizione giusta della coppetta è quella in cui non la senti (il gambo in genere va tagliato, come hai fatto tu, perché quello si sente).
      Le piccole perdite a volte sono poche gocce che restano nel canale vaginale al di sotto della coppetta. Dopo non uscirà più nulla. Per queste microperdite (ma con il tempo riuscirai ad evitarle) può bastare un salvaslip, magari lavabile 🙂
      Per il ristagno notturno non credo che ci siano controindicazioni… io la tengo tranquillamente tutta la notte! E finalmente ho finito di svegliarmi nel cuore della notte con la sensazione di aver fatto un pasticcio. Però se il flusso è abbondante conviene mettere anche un assorbente perché se la coppetta arriva a riempirsi troppo potrebbe perdere…
      Che dirti allora? Buona notte!!! ;-D

  49. …infatti oggi siamo andate (io e la mia coppetta) molto meglio……durante la notte quasi niente sul salvaslip e durante il giorno proprio una o due goccine…..
    Sono ancora un po’ impacciata nelle operazioni “svita-avvita” 🙂 ma sono già soddisfatta di usarla…….
    Grazie mille per i consigli!!!!

  50. Ciao a tutte!
    Non so se il precedente post è stato recepito dal sito (problemi di Internet) allora espongo nuovamente la mia richiesta.
    Tra la Ladycup e la Femmecup quale costa di più includendo i costi di spedizione? Qualcuna che ha confrontato i prezzi potrebbe darmi un consiglio?
    Grazie.
    Un saluto,
    Gioia

  51. ciao a tutti, intanto grazie per questo bell’articolo e tutte le informazioni.
    Ho un dubbio che forse può apparire sciocco. Vorrei provare a utilizzare la coppetta, ma non so proprio quale scegliere! La prima volta che ne ho sentito parlare da alcune amiche, un annetto fa, sembrava che esistesse solo la mooncup, che la Mooncup fosse LA coppetta.
    Poi cercando informazioni ecc, vedo che ce ne sono tantissime. Non avendola mai provata, non saprei proprio come orientarmi nella scelta…come si fa a sapere “quale è migliore” ? O____o
    non so la mooncup dicono tutti che siccome è quella originale, una delle prime ecc, è sicuramente di qualità, ma ho anche sentito che è abbastanza rigida rispetto ad altre come fleurcup o meluna. queste essendo più morbide possono dare un comfort maggiore, ma spesso danno qualche “problema pratico” e cioè faticano magari ad aprirsi una volta inserite, specie se non si è esperti. La meluna ha addirittura 3 misure…. Mi pare di capire che per la scelta della misura non si debba badare solo alla capienza, ma anche ad altre cose tipo la propria conformazione fisica…Io all’inizio pensavo potesse aver senso partire con una più piccola e poi semmai passare ad una più grande (un po’ come si fa con i tamponi interni) ma poi se è troppo piccola non aderisce bene quindi non funge…
    Insomma…mi sembra una gran idea, al contrario di varie persone che sento in giro, non mi “schifa” e non mi fa impressione. Ma è pur sempre “un corpo estraneo da inserire nel mio corpo” quindi vorrei scegliere meglio che posso per evitarmi qualche “trauma” o qualche ripensamento dovuti ad una scelta troppo impulsiva o sbagliata ecc.
    Forse la mia è anche solo una “menata mentale”…la prima (e ultima) volta che ho dovuto usare un assorbente interno è stato bruttissimo, causa una forte reazione allergica ecc. E forse pensare di usare qualcosa di interno mi fa ripensare a quello spiacevole episodio e quindi mi faccio mille domande (cmq sul fatto allergie per la coppetta son tranquilla, basta fare controllo incrociato tra vari materiali ed eventuali allergie personali, è proprio “tutto l’insieme” che mi intimorisce un po’ )
    Qualcuno ha qualche indizio per illuminarmi? grazie, ciao ciao!

    Intanto per chi chiedeva informazioni su misure, diametri ecc, vi lascio queste due tabelle che riportano dati utili su alcune marche
    http://menstrualcupinfo.files.wordpress.com/2010/04/new-cup-chart-1.jpg
    http://menstrualcupinfo.files.wordpress.com/2010/04/new-cup-chart-2.jpg
    provengono dal blog http://menstrualcupinfo.wordpress.com

    • È molto complicato consigliare “quella micliore” per il semplice fatto che la maggior parte delle utilizzatrici ne compra solo una e non è in grado di fare confronti (me compresa…) e questo vale anche per la richiesta di Giada.
      Per quanto riguarda la misura non ci sono grandi differenze (la Mooncup piccola, ad esempio, ha un diametro di soli 3 mm inferiore rispetto alla grande). Se non sei una ventenne forse è meglio orientarsi sulle misure grandi.
      Riguardo e le allergie non dovrebbero esserci problemi perché sono tutte in silicone… basta che tu non sia allergica proprio al silicone!!!
      Sembra tutto molto complicato ma non lo è affatto 😉

  52. PROBLEMA 1: a me, con la ladycup, dopo assenza di problemi di inserimento e pochi per sfilarla, è debordato tutto il sangue dopo un’ora al secondo giorno e ho fatto una figura barbina, perchè mi si sono inindati i pantaloni (la coppetta era ben inserita ma si è riempita troppo in fretta). Eppure con gli assorbenti esterni non ho mai avuto bisogno di cambiarli prima di 5-6 ore in nessun periodo del ciclo…

    PROBLEMA 2: avere un oggetto dal diametro non proprio piccolissimo che preme contro la parete uterina per 4-8 giorni di continuo non potrebbe creare problemi? Non ci potrebbe essere un rilassamento della parete? O comunque una qualche modificazione?

    Saluti

    • Ciao Matty

      risposta n.1 – Può succedere che, dato che la coppetta esercita una sorta di “risucchio” per via dell’effetto ventosa, si riempia molto prima di quanto non farebbe un assorbente esterno che raccoglie solo il flusso che scende per gravità… questo è il motivo per il quale tantissime donne hanno osservato che le mestruazioni cominciano a durare solo tre giorni.
      L’inconveniente è che chi ha flussi abbondanti, il secondo giorno può ritrovarsi a doverla svuotare ogni mezz’ora. Ma in mezza giornata è tutto risolto. Si tratta di imparare a conoscere i nuovi ritmi da tenere ed, eventualmente, indossare per sicurezza un assorbente esterno (magari lavabile…).

      risposta n.2 – La letteratura non riporta osservazioni riguardo eventuali deformazioni del canale vaginale. Si tratta di tessuti estremamente elastici (pensa che può passarci la testa di un neonato…) per cui, anche se il mio non è un parere scientifico, non penso che ci siano problemi di questo genere. Tra l’altro, come ti dicevo sopra, la durata del flusso si accorcia e dopo tre-quattro giorni puoi già conservarla, quindi lo stress che potrebbe dare ai tessuti è molto limitato nel tempo.

      Emanuela – per la redazione di Marraiafura

  53. Nessuno parla della coppetta Meluna che è tedesca, certificata in tutto il suo processo di fabbricazione e più ecologica rispetto alle coppette in silicone??
    Dimenticavo ….. anche più economica

    • Grazie per la segnalazione, Rossana!
      Purtroppo non siamo così competenti da poter fare raffronti minuziosi su ogni aspetto delle varie coppette presenti sul mercato. Quello che ci interessa, con questo articolo, è promuovere una scelta di ecologia, igiene e… comodità. Poi, per fortuna, le esperienze personali delle lettrici completano le informazioni! 🙂

      Emanuela – per la redazione di Marraiafura

  54. Salve sono già 3 cicli che adopero la coppetta e sono soddisfatta ma adesso che arriva la stagione del mare e della piscina ho un pò di perplessità a farci il bagno. Non vorrei trovarmi in sitazioni imbarazzanti .Qualcuna di voi l’ha già sperimentata?

    Saluti e buona estate a tutte

    • Ciao Tamara

      io l’ho già sperimentata in entrambi i casi (mare e piscina) e funziona benissimo (ci ho fatto anche corsa, ginnastica, pattinaggio… mi manca solo il paracadutismo come in quel vecchio spot!).
      L’unico accorgimento che ti consiglio è di svuotarla subito prima di fare il bagno, per essere sicura di avere qualche ora di completa “autonomia”.
      Non essere più costretta a stare sotto l’ombrellone a guardare gli altri che nuotano non ha prezzo!!!
      Buon bagno a tutte! 😉

      Emanuela – per la redazione di Marraiafura

  55. ciao a tutte, lascio anche io la mia testimonianza,
    io da quasi un anno uso ladycup azzurra. se l’avessi provata primaaa!!!! favolosa! è molto morbida, tranne sul bordo che è più spessa, l’inserimento è talmente facile che una volta sovra pensiero mi sono accorta di averla messa rovescia, e sono riuscita a toglierla comunque senza problemi. non ho mai avuto perdite, nemmeno nei giorni abbondanti, è comunque son arrivata a riempirla fin quasi ai forellini.
    io con la coppetta faccio il bagno, gioco a pallavolo senza problemi, lavoro (faccio la cameriera, ma devo correreee) e tutto. all’inizio era fastidiosa per il gambetto troppo lungo, ma dopo qualche taglio di transizione ho ottenuto la lunghezza giusta.

    vi dirò, io l’ho svuotata in hotel, in aeroporto, nel bagno del louvre (haha) e in tutti i musei parigini che ho visitato, ho usato salviettine umide e carta igienica e sono andata benissimo, senza contare che non servono cestini per buttare via assorbenti esterni e rotoli di carta igienica per avvolgere quelli interni!!
    unica cosa, una mia amica l’ha usata per fare sub a circa 20 metri sotto acqua, e o la pressione, o il sale del mare ha fatto in modo che la rimozione risultasse più complicata.

    per il resto e vi giuro che è vero, soffrivo di CANDIDA abbastanza frequentemente, e NON L’HO PIù AVUTA!!!! niente candida, niente cistite, nulla. che dire, io la ho azzurra (ma consiglio di prendere colori più caldi xk la mia nella parte superiore si è vagamente ingiallita) e ne sono molto contenta, arrivata dalla germania se nn erro in poco tempo.

    consigliatissima!!

  56. Sono al terzo giorno di ladycup e sono davvero estasiata!
    Si inserisce senza problemi e una volta indossata non si sente per niente, lasciandoti una libertà di movimenti che con gli assorbenti te li potevi solo immaginare. Comodissima poi di notte, è stato un piacere poter dormire in qualsiasi posizione e rigirarsi nel letto senza temere di combinare disastri.
    Ieri l’ho indossata per esibirmi in uno spettacolo di danza del ventre… beh, non vi dico che scomodità era ballare con l’assorbente che si rifiuta di stare al suo posto, con la coppetta invece nessun problema o scomodità, era come danzare in assenza di mestruazioni, ho potuto fare qualsiasi movimento senza fastidi e senza temere di sporcarmi.
    Dato che ero nel periodo di flusso più intenso mi son dovuta perfino cambiare in un bagno pubblico, e devo ammettere che anch’io ero molto titubante all’idea (diciamo perfino angosciata), ma alla fine si è rivelata cosa molto più semplice di quel che sembrasse, è bastata una bottiglietta d’acqua per sciacquarla e via.
    In fin dei conti ripensandoci anche i primi tempi che usavo gli assorbenti l’idea di cambiarmi in un bagno pubblico sembrava un ostacolo insormontabile, ma una volta presa l’abitudine lo facevo tranquillamente senza riscontrare problemi, penso che con la coppetta sia lo stesso, bisogna solo prenderci la mano. Ripeto, alla fine cambiarsi fuori casa è molto più semplice e meno impegnativo di quel che si immagina 🙂

  57. salve prima di acquistare ladycup non so quale misura prendere? ho 35 anni ho fatto 2 cesarei… aspetto presto la vostra risposta 🙂

    • Ciao Rosanna

      per quanto riguarda la misura viene consigliata la taglia più grande per chi ha superato i 30 anni, anche se hai fatto due cesarei.
      Non so dirti la differenza tra Mooncup e Ladycup, sono due marche diverse ma la coppetta è molto simile. Scegli tu! 😉

  58. Non ne sapevo nulla..idea geniale.
    Mi piacerebbe comprare la Ladycup perchè ha diversi colori ma sul sito La Bottega della LUna dicono che loro preferiscono la Mooncup anche perchè è incolore… il colore può essere nocivo?

    • Ciao Marisa,
      non so darti indicazioni scientifiche riguardo la potenziale pericolosità del colore. Cercando in rete non ho trovato alcuna notizia…
      Tieni conto, comunque, che la Bottega della Luna è distributore italiano di Mooncup per cui, ovviamente, cercano di enfatizzare il loro prodotto insinuando il dubbio che il colore possa essere un rischio.

      Emanuela – per la redazione di Marraiafura

  59. Il colore -almeno per la meluna- è assolutamente sicuro, credo sia di quello alimentare, e cmq sono testate.
    Di marche ce ne sono anche altre, cercate sul web! esiste anche un forum con tante informazioni e tabelle di comparazione! http://lacoppettamestruale.forumattivo.com

    perchè oltre alla mooncup (che costa un fottio per il marchio ma secondo me non li vale) ce ne sono veramente tante ormai, inglesi come la Femmecup, dall’est come la yuuki, e anche italiane adesso 🙂

  60. Ho letto che conta anche la corporatura nella scelta della misura.
    Io che ho 32 anni, nessun parto, flusso normale e costituzione piccola, che misura dovrei prendere?

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi qui il tuo nome