Belle e sostenibili: sono le lampade realizzate con le lettere delle insegne.Che fine fanno le insegne dei negozi che chiudono o di quelli che le rinnovano? Buttate via. A meno che non si tratti di antiche insegne dipinte che possono anche finire nella bottega di un antiquario, tutte le altre sembrerebbero essere del tutto prive di interesse.

Eppure uno studio torinese di giovani architetti, lo studio ATA, ha trovato un’idea davvero brillante (in senso proprio e figurato…) per ridare vita alle insegne scatolari, quelle con tutte le lettere separate, chiuse da una lamiera su tutti i lati. Un’idea di riuso sostenibile ed intelligente!

Belle e sostenibili: sono le lampade realizzate con le lettere delle insegne.

Con il progetto RILUCI insegne luminose che sono state parte della storia e dell’immagine di un quartiere vengono recuperate, ricablate con l’installazione di led al posto del neon esausto (anche in funzione delle normative vigenti), e destinate all’illuminazione di interni domestici.

Belle e sostenibili: sono le lampade realizzate con le lettere delle insegne.

Queste lettere, realizzate in passato con i caratteri tipografici più differenti, vengono rese di nuovo utilizzabili e funzionanti singolarmente come elementi decontestualizzati a metà strada tra oggetti dadaisti e opere di pop-art. La scarsa possibilità di trovare molte lettere uguali fa sì che diventino, in pratica, dei pezzi unici, delle opere d’arte salvate dai cassonetti.

Belle e sostenibili: sono le lampade realizzate con le lettere delle insegne.

Tra l’altro ognuna è fornita di un certificato di tracciabilità perché si possa sempre sapere da dove proviene, quale storia racconta, una sorta di “carta di identità” che ne mantiene la memoria storica.

Belle e sostenibili: sono le lampade realizzate con le lettere delle insegne.

Così da semplici strumenti di comunicazione  visiva le lettere diventano lampade da terra, abat-jour, luci di arredo, oggetti di design da collezionare gelosamente!

Belle e sostenibili: sono le lampade realizzate con le lettere delle insegne.

Inutile star qui a spiegare l’utilità sociale, ambientale ed economica di questa operazione. Ne abbiamo già parlato tante volte.

Ma non ci stancheremo mai di sottolineare come i “rifiuti” sono tali solo perché noi abbiamo deciso di sbarazzarcene. Se ci fermiamo a scoprirne le qualità anche la vecchia insegna di un negozietto di periferia potrà regalarci delle splendide lampade.

Magia del riuso creativo!

Pubblicazione: 11/06/2010 – Ultimo aggiornamento: 11/06/2010

3 COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi qui il tuo nome