EcoPrimavera 2013. A Mogoro (OR) da aprile a giugno la seconda edizione dell’iniziativa

0

ecoprimavera 2013 mogoroSi tiene a Mogoro (OR) da aprile a giugno 2013 la seconda edizione dell’EcoPrimavera.

L’EcoPrimavera 2013 è dedicata all’alimentazione e all’intero sistema di produzione-conservazione-commercio-consumo. Sul tema saranno chiamati a riflettere cittadini, famiglie, ragazzi, bambini, genitori, docenti.

Si inizia venerdì 12 aprile con la festa degli alberi (durante la quale i bambini della scuola primaria pianteranno un centinaio di alberi lungo il recinto del Campo Coni) e si proseguirà poi con tantissime altre iniziative, quali la coltivazione di orti didattici, lo screening per la prevenzione del diabete nei giovani, i laboratori didattici sull’alimentazione e le energie rinnovabili, le uscite didattiche sul territorio, un laboratorio e spettacolo teatrale, la passeggiata ecologica, mostre, film, documentari, conferenze e dibattiti.

In concomitanza con la chiusura dell’EcoPrimavera (il 22 giugno) ci sarà un grande evento finale dal titolo “L’ambiente in mostra, mostra l’ambiente”, con una photostory dell’EcoPrimavera, il mercatino ecosostenibile del baratto, dell’usato e dell’hobbistica, il mercato di prodotti locali, degustazioni, musica e giochi in tema ambientale.

La manifestazione, che vede il coinvolgimento di tutte le scuole del paese e di numerose associazioni locali, è promossa e organizzata dalla Consulta Cultura del Comune di Mogoro, impegnato attivamente sul fronte ambientale con diverse iniziative: impianti fotovoltaici, promozione del mercato dei prodotti agricoli a km. zero, eliminazione dei piatti usa e getta e utilizzo dell’acqua di rete nelle mense scolastiche, ecc.

Manifesto-eco-miniL’EcoPrimavera è inserita nell’ambito del progetto Paese Diffuso. Hanno partecipato attivamente all’organizzazione e alla realizzazione: l’Ente foreste, l’Agenzia Laore Sardegna – SUT Alta Marmilla – e l’Assessorato all’Ambiente della Regione Sardegna – SAVI – Settore sostenibilità ambientale, la CoopLat, la Fondazione Sesco, la ditta E.S.Co. Engineering, la Cooperativa Sinnos Abbamama e l’Associazione Marraiafura.

Scarica il programma (in pdf)

Fonte: comunicato
Pubblicazione: 12/04/2013 – Ultimo aggiornamento: 18/04/2013

Copia pure: sei libero di ri-utilizzare questo articolo, ma ricorda di inserire il link
Marrai a Fura – sostenibilità e partecipazione” (maggiori info qui).

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi qui il tuo nome