Fotografare riciclando. A Cagliari un corso di stenoscopia

1

pinholeday

Aggiornamento: il workshop viene riproposto in una versione concentrata in soli due giorni (sabato 26 e domenica 27 maggio 2012) per permettere anche a chi ha impegni lavorativi di poter partecipare. Alla riduzione del tempo a disposizione si affianca una riduzione del prezzo: tutte le informazioni su cagliaristenopeica

Avete la casa invasa da scatole di cartone, latta e lattine? Provate a farci una macchina fotografica!

Sono aperte le iscrizioni al workshop di fotografia stenopeica (pinhole photography) che si terrà a Cagliari il 27/28/29 aprile 2012. Costruite la vostra macchina!

Vi piacerebbe girare per Cagliari con la vostra macchina fotografica? Non parlo del preziosissimo apparecchio che avete acquistato dopo mesi di dieta a pane e acqua, intendo una macchina fatta da voi, con le vostre proprie manine!!

Se l’idea vi appassiona, questo workshop fa per voi: in occasione della Giornata Mondiale della Fotografia Stenopeica (pinholeday.org), i due giovani fotografi sardi Stefano Ferrando e Pier Paolo Perra organizzano a Cagliari una tre giorni dedicata alle pinhole camera e ai principi base della fotografia.

La parte più divertente sarà costruire da sè la propria macchina a partire dal riutilizzo di vecchie scatole: da quella per le scarpe a quella in latta dei biscotti, dal tubo di Pringles allo scatolone del trasloco. I veri estremisti del settore ci riescono anche con scatole di fiammiferi e gusci di noce!

La sede dell’associazione culturale Itzokor, che ospiterà il laboratorio, sarà luogo di incontro e set per le prime sperimentazioni. Nell’ultima fase del workshop, dedicata allo sviluppo, ognuno stamperà i propri scatti.

Unico requisito di ammissione: presentarsi con la propria scatola da riutilizzare, da cui partire per la costruzione dell’apparecchiatura.

Per info e costi: cagliaristenopeica.wordpress.com

Locandina_workshop_marraiafura

Fonte: comunicato
Pubblicazione: 24/04/2012 – Ultimo aggiornamento: 09/05/2012

Copia pure: sei libero di ri-utilizzare questo articolo, ma ricorda di inserire il link
Marrai a Fura – sostenibilità e partecipazione” (maggiori info qui).

1 COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi qui il tuo nome