Tra il 4 e il 6 ottobre 2019 si terranno a Porto Conte, Alghero, le Giornate della sentieristica, tre giorni dedicati agli itinerari turistici sostenibili e in particolare alla nuova rete regionale escursionistica e ciclabile della Sardegna.

Tre giorni che avranno come location il Parco naturale regionale di Porto Conte e in particolare il quartier generale di Casa Gioiosa, la sede istituzionale del Parco dove si svolgeranno i seminari e i corsi previsti dal ricco programma messo a punto dall’Assessorato regionale al turismo e dall’Agenzia Forestas, con la collaborazione del CAI, Club alpino italiano, e della FIAB, Federazione italiana ambiente e bicicletta. L’intero programma degli eventi rientra nell’ambito delle tappe conclusive del progetto europeo Intense.

Itinerari turistici sostenibili, sentieristica ed escursionismo

Venerdì ​4 ottobre si terrà l’evento finale del progetto Intense, dedicato alla presentazione degli itinerari cicloescursionistici, del sistema informativo, dell’app e del portale webgis partecipativo per la promozione della rete escursionistica e ciclabile regionale. L’evento sarà organizzato dalla Regione Sardegna e avrà il supporto logistico e organizzativo dell’Agenzia regionale Forestas e il patrocinio del Parco naturale regionale di Porto Conte.

Sabato ​5 ottobre il CAI Sardegna e Forestas organizzano il quinto Seminario regionale della sentieristica e la ​prima Conferenza annuale dell’escursionismo. Tra le altre attività verrà illustrata la Rete Escursionistica della Sardegna (RES), una realtà che unisce tutti i sentieri sardi, all’interno del Sentiero Italia del CAI. È previsto inoltre un corso di formazione teorico-pratico sul tema “come nasce un sentiero, dal rilievo GPS alla segnatura”​ a cura del ​CAI Sardegna, con lezioni teoriche il sabato e pratica sul campo la domenica.

Domenica 6 ottobre sono previste una escursione e una ciclo-escursione, sempre a cura del CAi e di Forestas.

L’evento rientra tra le attività di divulgazione del progetto Intense sugli itinerari turistici sostenibili, cofinanziato con fondi europei dal Programma Interreg Italia-Francia Marittimo 2014-2020, che unisce 14 partner di 3 regioni italiane (Toscana, Liguria e Sardegna) e 2 francesi (Corsica e Provenza-Alpi-Costa Azzurra). Progetto grazie a cui sono stati realizzati nel Parco naturale di Porto Conte complessivamente tre itinerari cicloescursionistici su tre complessi forestali principali dell’area protetta – Punta Giglio, Monte Murone, Monte Timidone – e due hub cicloescursionistici, uno a Tramariglio e uno alla foresta demaniale di Prigionette.

Info e iscrizioni:

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi qui il tuo nome