Il web 2.0 per la sostenibilità. A settembre un corso organizzato da Zoes (Zona EquoSostenibile)

1

Il web 2.0 per la sostenibilità - Zoes.itSi svolgerà da venerdì 24 a domenica 26 settembre 2010 a Vicchio Mugello (Firenze) il corso “Il web 2.0 per la sostenibilità. Strategie, sviluppo open e comunicazione“.

Si tratta di un workshop di formazione focalizzato sugli strumenti messi a disposizione dal web sociale.

Il corso è organizzato da Zoes – Zona EquoSostenibile ed indirizzato ad operatori dell’economia civile, solidale, sostenibile e alternativa. Come recita il comunicato di presentazione “se sei parte di un’associazione, se pratichi l’impresa sostenibile, se hai un agriturismo o un progetto di attività e ti servono gli strumenti per realizzarlo, allora questo workshop fa per te”.

Il corso – di tre giorni – si terrà nel Podere dell’Aia Santa a Vicchio Mugello (Firenze), già luogo di sperimentazione e di ideazione di modelli di vita sostenibili e solidali. Il costo varia tra i 130 e i 170 euro a partecipante.

Durante il workshop si cercherà di fornire ai partecipanti degli strumenti concreti, utili nella prospettiva di un utilizzo del web 2.0 da parte di singoli o di imprese che abbiano nella equo-sostenibilità il loro carattere fondante.

I temi trattati e gli strumenti che verranno condivisi possono essere divisi in tre macro-aree:
L’identificazione di strategie e strumenti per l’utilizzo del web in senso sostenibile.
Modalità, tecniche e strategie open e partecipativo, la forza della condivisione e del crowdsourcing.
Il marketing e la comunicazione sostenibile di impresa.

Il workshop alternerà momenti di conversazione ad altri di laboratorio e di convivialità.

Zoes – Zona EquoSostenibile Zoes – Zona EquoSostenibile (www.zoes.it) è un social network promosso dalla Fondazione Culturale Responsabilità Etica e dalla Fondazione Sistema Toscana.

Ha l’obiettivo di mettere in rete persone, associazioni e imprese caratterizzate da un approccio etico e sostenibile ai comportamenti individuali, al consumo e all’attività lavorativa.

Sfruttando le potenzialità del web 2.0, gli abitanti di Zoes possono mappare attività, lanciare campagne, condividere informazioni, coordinare iniziative, vendere, acquistare…

Dieci canali tematici permettono orientarsi tra gli argomenti: dal cibo ai diritti, dai saperi alla salute, fino all’architettura, alla partecipazione ed altro ancora.


ZoesLink
Pagina del corso su Zoes

Programma aggiornato (pdf)

Info su costi, logistica e iscrizione (pdf)

Fonte: Comunicato stampa
Pubblicazione: 05/08/2010 – Ultimo aggiornamento: 05/08/2010

1 COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi qui il tuo nome