Marrai a Fura, sviluppo sostenibile e progettazione partecipata

Il Gruppo d’Intervento Giuridico cerca le Sentinelle dell’Ambiente

grig-gruppo-di-intervento-giuridicoIl Gruppo d’Intervento Giuridico (GRIG) è un’associazione ecologista che agisce su segnalazione di associazioni, comitati, singoli cittadini.

Sta cercando le sue “Sentinelle dell’Ambiente“, persone con voglia di fare, passione, coraggio e amore per la Terra, che diventaranno i referenti del Gruppo d’Intervento Giuridico nel luogo in cui abitano.

Maggiori info: gruppodinterventogiuridico.blog.tiscali.it

Il messaggio del GRIG:

Il Gruppo d’Intervento Giuridico è un’associazione ecologista che agisce in completa autonomia, su segnalazione di associazioni, comitati, singoli cittadini.

Dal 1992 difendiamo il territorio dagli attentati che, quotidianamente, vengono portati avanti da speculatori, inquinatori e, purtroppo, amministratori pubblici distratti o insensibili, ottenendo, spesso, importanti risultati nella salvaguardia dell’ambiente, delle nostre bellezze naturalistiche, paesaggistiche e archeologiche.

Le battaglie ambientali vinte e il sostegno di tante persone ci spronano ad impegnarci quotidianamente, non senza difficoltà, per vivere in un mondo migliore e pensiamo che in tutta Italia ci siano persone disposte a battersi per lo stesso scopo. Noi cerchiamo quelle persone, perché solo unendo le nostre forze è possibile difendere la Terra che ci ospita.

Se hai voglia di diventare una sentinella dell’ambiente, ti chiediamo di diventare referente del Gruppo d’Intervento Giuridico nel luogo in cui abiti, non è richiesta alcuna preparazione particolare, servono soltanto voglia di fare, passione, coraggio e, soprattutto, amore per la Terra.

Puoi contattarci a questi indirizzi di posta elettronica: grigsardegna@tiscali.it e grigsardegna5@gmail.com.

Ti aspettiamo!

Gruppo d’Intervento Giuridico

Fonte: gruppodinterventogiuridico.blog.tiscali.it
Pubblicazione: 26/11/2009 – Ultimo aggiornamento: 26/11/2009

Bookmark and Share

Scrivi un commento

*

Segui i commenti a questo articolo con RSS 2.0.