Marrai a Fura, sviluppo sostenibile e progettazione partecipata

EASW, European Awareness Scenario Workshop

easwLa metodologia EASW (European Awareness Scenario Workshop) è uno strumento di gestione degli incontri di progettazione partecipata, che promuove il dibattito e la partecipazione pubblica.

L’EASW è molto efficace nei contesti locali, nei quali è relativamente semplice stabilire quali sono i problemi e chi ha la responsabilità di risolverli.

Obiettivo generale di un seminario EASW consiste nell’identificare le differenti combinazioni di tecnologia, politiche pubbliche e possibili azioni da realizzare da parte di singoli individui e dalla società in generale, per realizzare forme di sviluppo sostenibile a livello urbano.

L’EASW è impiegato come supporto ai processi decisionali, sia in fase di individuazione obiettivi delle politiche, che di verifica della pertinenza di questi alle esigenze della comunità.

Nella sua implementazione l’EASW, coinvolge gli attori locali (cittadini, amministratori locali tecnici e imprenditori), riuniti in assemblee di circa 24- 28 persone.

Lo scopo di queste assemblee è guidare i partecipanti nello sviluppo di visioni sul futuro riguardo un particolare tema, e nell’individuare le azioni, da compiere nel breve e medio periodo, per conseguire questi scenari.

I partecipanti ai seminari EASW lavorano da prima in 4 gruppi distinti per appartenenza sociale:

  • cittadini,
  • amministratori,
  • tecnici,
  • imprenditori.

In questa fase sviluppano i loro scenari in relazione al tema di discussione.

In questo modo si ha la produzione di 4 diversi scenari che differiscono tra loro sulle diverse combinazioni di tecnologia e di organizzazione di vita sociale.

Nella seconda fase ogni gruppo espone la propria visione a gli altri partecipanti; alla fine di questa fase si porta avanti la visione condivisa da tutti, per la quale ogni gruppo è chiamato a proporre idee affinché possa essere realizzata.

La scelta di utilizzare attori locali è dovuta alla considerazione che essendo appunto locali conoscono le opportunità di cambiamento ed i loro limiti e possono promuovere il cambiamento stesso, modificando il loro comportamento.

Infatti la parola Awareness vuol dire “percezione”, ed infatti, partendo dalle percezioni degli attori locali  possono sviluppare scenari e visioni plausibili.

L’EASW permette di innalzare la consapevolezza (empowerment) e di stimolare la partecipazione democratica sulle scelte per il futuro.

Solitamente il campo di applicazione dell’EASW è quello ambientale e urbanistico.

L’EASW è stato ideato e promosso dalla Direzione Generale ENTERPRISE, Programma Innovation, dell’Unione Europea.

Per approfondire: wikipedia.orgscuoladifacilitazione.it (pdf) – ecoazioni.it (pdf)

PARTECIPAROLE
il glossario collaborativo con le parole della Partecipazione

cruciverba-inner-2La definizione di partenza è tratta da “la partecipazione in poche parole” glossario redatto da ERMES Ambiente, il portale della Regione Emilia Romagna che ci ha gentilmente permesso di utilizzarlo per questa rubrica.
La definizione viene poi arricchita con i contributi dei lettori.
Aiutaci a completare la definizione e proponici nuove parole: collabora anche tu a far crescere PARTECIPAROLE – il glossario collaborativo con le parole della Partecipazione!
Commenta questo articolo, oppure scrivici all’indirizzo parteciparole@marraiafura.com o attraverso il form di contatto.

Vai all’elenco delle parole pubblicate fin’ora.
Scarica la il pdf “La Partecipazione in poche parole, il piccolo glossario contenente molti termini legati all’idea di Partecipazione: concetti guida, metodologie, strumenti e tecniche.

Pubblicazione: 22/10/2009 – Ultimo aggiornamento: 22/10/2009

Bookmark and Share

Scrivi un commento

*

Segui i commenti a questo articolo con RSS 2.0.