Marrai a Fura, sviluppo sostenibile e progettazione partecipata

I Radiohead non suonano se il Festival è troppo poco verde!

RadioheadChi conosce i Radiohead sa bene quanto siano sempre stati vicini alle tematiche ambientaliste e sociali, entrando a pieno titolo nella ristretta cerchia delle band “pensanti” all’interno del panorama rock internazionale.

Le dichiarazioni del frontman Thom Yorke hanno sempre confermato in pieno quanto di buono è stato detto e scritto su di loro negli ultimi anni. Già da qualche anno infatti la band ha deciso di suonare solo in caso di festival ed eventi raggiungibili con mezzi di trasporto rispettosi dell’ambiente.Radiohead - Thom Yorke

RadioheadIl cantante ha anche spiegato come lui e i suoi compagni stiano cercando di ridurre il proprio impatto ambientale, sia nella vita privata sia come band. “Io personalmente sto facendo costruire sotto la mia casa un sistema di riscaldamento che assorba il calore naturalmente dalla terra. Per quanto concerne invece la vita della band, quando siamo in tour facciamo tutto il possibile per ridurre al minimo il nostro impatto sull’ambiente. Questo ha comportato l’acquisto di due kit di strumentazione e attrezzature differenti, in modo da poterne mantenere uno in Europa e uno in America e non dover trasportare avanti e indietro il nostro kit in tutto il mondo per via aerea”.

I Radiohead hanno confermato la loro presenza in diversi festival per l’estate 2012, saranno infatti al Coachella Festival e al Bonnaroo Music & Arts Festival negli USA, all’Optimus Alive Fest di Lisbona, oltre ad esibirsi in alcune date in Italia, una delle quali al Festival Rock in Roma.

Che altro aggiungere? Niente, se non buona primavera a voi, buona musica e lunga vita ai nostri Radiohead!

Fonte: Virtualfestivals.com
Pubblicazione: 02/03/2012 – Ultimo aggiornamento: 02/03/2012

Copia pure: sei libero di ri-utilizzare questo articolo, ma ricorda di inserire il link
Marrai a Fura – sostenibilità e partecipazione” (maggiori info qui).

Bookmark and Share

Scrivi un commento

*

Segui i commenti a questo articolo con RSS 2.0.