Manuale di sopravvivenza energeticaCosa fare per risparmiare sulla bolletta? La fascia bioraria come funziona esattamente? Se riuscissi a consumare meno energia anche l’ambiente ne trarrebbe vantaggio, ma come? Le energie rinnovabili possono essere una soluzione?

Tranquilli, non siamo al forum sul nucleare!

Per dare risposte semplici e immediate a tali quesiti la casa editrice Scienza Express Edizioni ha pubblicato il Manuale di sopravvivenza energetica, del giornalista Andrea Mameli.

Il libro, disponibile da febbraio in tutte le librerie, nasce come ricettario di consigli utili per conseguire un risparmio energetico dai piccoli gesti quotidiani, per diminuire i nostri consumi, l’impronta ecologica della nostra società e… risparmiare 1.000 euro l’anno!

La scelta delle soluzioni proposte è frutto di una ricerca, da parte dell’autore, di tutti i consigli che internet ci propone, successivamente sottoposte al giudizio degli esperti nei diversi settori. Bolletta bioraria, solare termico, pannelli fotovoltaici, lampadine, compostiere, batterie ricaricabili, apparecchi in stand-by, forni solari, elettrici e a microonde sono alcuni dei punti trattati dal libro.

Ecco un breve decalogo tratto dal volume:

Controllate quanto consumate. Per energia elettrica, gas, carburanti, non dimenticatevi di analizzare le bollette. Oppure prendete nota degli effettivi consumi dai contatori o con appositi misuratori.

Scegliere trasporti a basso impatto: a piedi, con i mezzi pubblici o in bicicletta.

Gesti banali come spegnere le luci inutili o coprire le pentole in attesa che l’acqua bolla non sono poi così banali.

Non farti prendere dalla fretta: spesso gli sprechi nascono dall’aver poca pazienza.

Al bando le lucine: ricordati che spegnere gli apparecchi elettronici in stand by può farti risparmiare molto (se serve usa le ciabatte con l’interruttore).

Il fresco solo quando serve. D’estate limita l’uso del condizionatore solo quando è veramente necessario: nelle ore più calde della giornata.

D’inverno a volte può bastare ridurre gli spifferi e, quando i termosifoni sono caldi, tieni chiuse porte e finestre.

Se usi la lavatrice non superare i 60 gradi e azionala sempre a pieno carico.

Se usi la lavastoviglie scegli sempre il lavaggio economico e non lasciare spazi vuoti.

Se usi l’automobile controlla la pressione una volta al mese: ricordati che se è bassa i consumi di carburante aumentano fino al 4%.

Il libro costa 14,00 € in libreria; 11,90€ sul sito www.scienzaexpress.it e 8,50€ in formato e-book.

Andrea Mameli è giornalista scientifico freelance, gestisce blog dedicati a scienza, arte, energia e rifiuti. Ideatore del progetto scienzAfumetti e del programma radiofonico Caramelle di Scienza, ha organizzato e curato personalmente laboratori didattici in tema energia e partecipa a uno studio sulla percezione del concetto di energia nei bambini di terza elementare. scienza-express

Scienza Express è una casa editrice scientifica indipendente, nasce nel 2011 con un’idea fissa: pubblicare libri agili, a pochi euro e a portata di click. L’obiettivo? Permettere a tutti di informarsi su temi scientifici e tecnologici. Ha anche ideato un esperimento di editoria scientifica dal basso: Amici di Scienza Express.

Per approfondimenti e informazioni:
scienzaexpress.it
linguaggio-macchina.blogspot.com

risparmio-energeticoFonte: comunicato stampa
Pubblicazione: 10/03/2011 – Ultimo aggiornamento: 10/03/2011

Copia pure: sei libero di ri-utilizzare questo articolo, ma ricorda di inserire il link “Marrai a Fura – sostenibilità e partecipazione” (maggiori info qui).

4 COMMENTI

  1. a proposito di risparmio energetico vi consiglio la lettura (e la diffusione) del Report Energia di Arcipelago SCEC che potete scaricare qui
    http://arcipelagoscec.net/i-pensieri

    NO deciso al nucleare (ed alle fonti assimilate alle rinnovabili!), ma ridimensioniamo l’entusiasmo per il fotovoltaico ed agli incentivi che diventano premio alla speculazione pagata con le ns. bollette ed incentiviamo il risparmio energetico ristrutturando case ed edifici pubblici …la migliore fonte rinnovabile è l’energia non consumata!

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi qui il tuo nome