Il programma dell’edizione 2013 del Posidonia Festival di Carloforte

0

posidonia_festival_logo

Dal 12 al 14 luglio 2013, Carloforte, unico centro abitato dell’isola di San Pietro, in Sardegna, ospita la terza edizione italiana del festival Posidonia.

Proiezioni di documentari a tematica ambientale in riva al mare (in collaborazione con il Clorofilla Film Festival di Festambiente) e laboratori di riciclaggio artistico, degustazioni di prodotti tipici a Km Zero, conferenze ed un’ecofiera in cui gli operatori oltre a proporre servizi e prodotti sostenibili organizzeranno attività ed incontri a tema.

Questo e molto altro, compresa la liberazione di una tartaruga Caretta Caretta, nel festival organizzato dall’associazione no profit Posidonia Project Carloforte insieme all’associazione Posidonia MED di Barcellona.

Durante la settimana del festival sarà possibile immergersi nella natura dell’isola di San Pietro grazie ad una serie di attività – a pagamento – fra itinerari guidati, trekking, escursioni su gozzi storici e kayak, immersioni subacquee e snorkelling per adulti e bambini, percorsi nell’Oasi Lipu e nel centro storico di Carloforte.

Tutti gli appuntamenti, realizzati in coproduzione con l’associazione culturale Botti du Shcoggiu, in collaborazione con associazioni ed operatori del territorio e con il supporto del Comune di Carloforte, sono ad ingresso gratuito. Sono partner dell’iniziativa: Botti du Shcoggiu e Clorofilla Film Festival di Legambiente. Media partner: Marrai a Fura, Passaggio Sardegna, Sardegna Mare Nostrum, Tag Sardegna.

Consumare giusto, sano e locale.

Una delle tematiche principali dell’edizione 2013 è il consumo responsabile, con un’attenzione particolare alla salvaguardia dei nostri mari e alla valorizzazione dei prodotti tipici a Km Zero.

Sabato 13 luglio (alle 10.30, all’Exme) si parlerà del conflitto fra pesca artigianale ed industriale nel convegno ‘Pac e politica europea della pesca: la pesca sostenibile e il consumo responsabile del pesce come motori dell’economia italiana ed europea’, con gli interventi di di Valentina Capanera (AMP di Portofino e Università di Genova), Daniele Tibi e Paolo Legata (Consumare Giusto), Simona Mesciulam (direttore Marketing AsDoMar) e Salvatore Capurro (Sasha), pescatore professionista che parlerà delle problematiche della piccola pesca locale sull’isola di San Pietro. Dopo la discussione, seguirà una degustazione di specialità locali a base di tonno, offerta da AsDoMar.

Ancora sabato, il tema sarà ripreso da ‘ConsuMare giusto!’, laboratorio ludico formativo rivolto ai bambini dai 5 ai 12 anni, che illustrerà il legame fra le scelte alimentari del consumatore e il benessere degli ecosistemi marini (dalle 19.00 alle 21.00, a Piazza della Repubblica).

Domenica 14 (all’enoteca ‘A Ciapelletta’ dalle 17.00 alle 19.00), il festival si occuperà di agricoltura sinergica grazie al workshop ‘La Via delle Uve’, in cui la Cantina Lilliu di Ussaramanna presenterà la sua filosofia, e i suoi vini, attraverso un percorso degustativo aperto a 20 partecipanti.

L’intreccio fra arte ed ecologia

Altro asse portante del Posidonia Festival è l’intreccio fra arte ed ecologia, un modo diverso per sensibilizzare grandi e piccoli sui temi della raccolta differenziata dei rifiuti e il loro riutilizzo creativo.

A grande richiesta, torna l’Orchestra del Riciclo, il laboratorio di riciclaggio artistico tenuto dai musicisti Rocco Casino Papia e Stefano Murgia, che insegneranno a bambini e ragazzi a costruire delle vere e proprie percussioni afrobrasiliane utilizzando i materiali raccolti nel corso di una pulizia della spiaggia del canale di Calalunga venerdì 12, dalle 10.00 alle 12.00, insieme all’azienda Effegreen, che insegnerà a differenziare i rifiuti e premierà i più virtuosi con buoni sconto e libri.

Gli strumenti realizzati saranno utilizzati in una lezione di musica collettiva e in un concerto aperto a tutti i partecipanti del laboratorio, in programma domenica 14 luglio in piazza della Repubblica, dalle 19.00 alle 21.00.

Per tutto il weekend, i visitatori del festival potranno inoltre essere parte attiva del progetto ‘Io non lo rifiuto, io lo riciclo’, che porterà sull’isola i sistemi per la raccolta differenziata e la compattazione dei rifiuti di Effegreen e Eurven: conferendo i rifiuti nei riciclatori riceveranno in cambio bonus in euro da spendere in attività commerciali convenzionate, ottenendo degli sconti sulle spese e compiendo un gesto civico di grande importanza.

Musica e cinema nella natura dell’Oasi Lipu

Anche quest’anno, il Posidonia Festival Carloforte può contare su una sezione ‘Cinema’ realizzata in collaborazione con il Clorofilla Film Festival, rassegna di film, documentari e cortometraggi a tematica ambientale di Festambiente, manifestazione nazionale di Legambiente.

Ad ospitare le proiezioni, ogni sera, sarà la spiaggia di Calafico, nel bel mezzo dell’Oasi Lipu di Capo Sandalo: saranno presentate le anteprime di “Se io fossi acqua”, di Massimo Bondielli (sull’alluvione delle Cinque Terre), “Good things to do”, di Barbara Ferrari e Thomas Peres (sulla rivoluzione verde in Danimarca), “Se penso a casa”, di Corrado Fortuna e Gaspare Pellegrino (sull’isola di Favignana), “The change”, di Fabian Ribezzo (sulle catastrofiche conseguenze dei cambiamenti climatici).

Nel corso della rassegna sarà proiettato anche il film-documentario “Planet ocean”, di Yann Arthus-Bertrand e Michael Pitiot, presentato all’Earth Summit 2012 di Rio de Janeiro: un istruttivo viaggio fra i segreti degli oceani, fra pesca non sostenibile, speculazione navale e inquinamento.

Sabato 13 ci sarà spazio anche per la musica, protagonista del concerto al tramonto con chitarra, voce e flauto traverso di Francesca Corrias e Rocco Casino Papia, sulla spiaggia delle Classette (dalle 19.00), mentre a tarda sera, dalle 23.30 e di nuovo a Calafico, la chiusura del Festival sarà affidata alle selezioni funk e reggae del dj Macaco.

L’Ecofiera

Cuore pulsante del festival sarà l’ecofiera diffusa nelle vie di Carloforte, con 40 operatori che oltre a proporre servizi e prodotti sostenibili organizzeranno attività ed incontri a tema(attiva dal 12 al 14 luglio, dalle 10.00 alle 24.00). Dalle degustazioni di prodotti tipici sardi – capperi, verdure sottolio, liquori, formaggi, miele e persino una ‘nutella’ autoctona – ai laboratori creativi, in cui potrà imparare a creare gioielli con vecchie cerniere lampo, o partecipare alla tessitura del Social Mosaico Posidonia, un grande arazzo sociale in lana di pecora sarda 100%, realizzato con tecniche arcaiche di infeltrimento a secco.

Oltre alle prove gratuite dei prodotti esposti, a cominciare dagli scooter elettrici, il programma prevede anche alcune conferenze, che spazieranno dai molteplici utilizzi delle spugne vegetali ai racconti sulla realizzazione di personaggi fiabeschi in legno di Federico Coni in arte Maestrodascia, dalle ricette a base di zafferano alle proprietà anti-inquinanti delle piante di tillandsia.

Extra-festival e la liberazione della tartaruga

Durante la settimana del festival, dal 9 al 14 luglio, sarà possibile immergersi nella natura dell’isola di San Pietro grazie ad una serie di attività selezionate – a pagamento – fra itinerari guidati, nordic walking, escursioni su gozzi storici e kayak, immersioni subacquee e snorkeling per adulti e bambini, percorsi nell’Oasi Lipu e nel centro storico di Carloforte, promosse e realizzate insieme a Carloforte Solutions.

Fra gli appuntamenti più attesi, c’è il Posidonia Experience, un laboratorio per bambini alla scoperta della Posidonia con prova a mare e analisi a terra con microscopio e snorkeling, in programma domenica 14 alle 11, durante la liberazione di una tartaruga Caretta Caretta curata al centro di ospedalizzazione dell’Area Marina Protetta della penisola del Sinis, nelle acque di Calafico.

Informazioni

 

 

Fonte: Comunicato
Pubblicazione: 12/07/2013 – Ultimo aggiornamento: 12/07/2013

Copia pure: sei libero di ri-utilizzare questo articolo, ma ricorda di inserire il link
Marrai a Fura – sostenibilità e partecipazione” (maggiori info qui).

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi qui il tuo nome