M.E.D.E.A. Big oil. A teatro in Sardegna il dramma (e l’ossimoro) della Basilicata petrolizzata

0

Medea Big oilGiovedì 20 e sabato 22 novembre 2014 andrà in scena a Sassari e Cagliari lo spettacolo “M.E.D.E.A. Big oil, la Basilicata petrolizzata” del collettivo Internoenki.

Un’opera teatrale in chiave buffonesca – si legge nel libretto di sala – concepita per l’esecuzione ritmica corale, divisa in 7 deliri e 21 quadri. Una rielaborazione contemporanea del mito di Medea, madre che uccide i propri figli, ambientata nella Basilicata petrolizzata.

M.E.D.E.A. è anche l’acronimo del master dell’ENI in management dell’economia, dell’energia e dell’ambiente. Da questa strana fatalità, nasce l’idea di raccontare il dramma della Basilicata devastata dalle trivellazioni petrolifere, giocando con graffiante ironia tra gli archetipi del mito.

Sul palco la denuncia di 9 attori, che con la forza di un coro tragico contemporaneo affrontano il tema del greggio, della sua estrazione e delle conseguenze tutt’altro che felici che ha sul territorio e i suoi abitanti.

Al mito greco fa da contrappunto costante il mito locale, quello incarnato dalla Madonna Nera del monte di Viggiano, ai cui piedi brucia la fiamma perenne del Centro Oli della Val d’Agri. In questa terra, Dio Petrolio e Vergine Nera si fronteggiano da tempo in una sfida senza vincitori. Promesse elettorali e feste patronali, sogni di ricchezza e indulgenze plenarie, clientelismo e preghiere, slogan pubblicitari e canti popolari, continuano a raccontare una postmodernità senza tempo. Ed ecco che canti di prefiche, litanie contro il malocchio, suppliche e chiacchiere di paese, si fondono in un coro barbaro, scomposto e travolgente, per raccontare uno dei più bizzarri e drammatici ossimori italiani: l’incredibile povertà della regione che possiede il più grande giacimento di petrolio su terraferma d’Europa.

Lo spettacolo sarà in scena: giovedì 20 novembre al Teatro Ferroviario di Sassari; sabato 22 al Teatro La Vetreria di Pirri (Cagliari) all’interno della stagione teatrale del Cada die Teatro. L’ingresso costa 10 euro.

Da segnalare l’iniziativa di Cagliari: biglietto ridotto per chi andrà a teatro con un libro a tema ambientale preso in biblioteca (oltre che per giovani, anziani e residenti a Pirri). Sarà inoltre presente uno spazio ludico-ricreativo dedicato ai bambini, gestito dalla cooperativa Cemea.

Per info:

Medea Big oil

Fonte: www.cadadieteatro.it
Pubblicazione: 19/11/2014 – Ultimo aggiornamento: 19/11/2014

Copia pure: sei libero di ri-utilizzare questo articolo, ma ricorda di inserire il link
Marrai a Fura – sostenibilità e partecipazione” (maggiori info qui).

 

 

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi qui il tuo nome