Saluti e bici. In libreria il sillabario a fumetti su storia, manutenzione e politica della bicicletta

Prova di sottotitolo Prova di sottotitolo Prova di sottotitolo Prova di sottotitolo Prova di sottotitolo Prova di sottotitolo Prova di sottotitolo Prova di sottotitolo Prova di sottotitolo Prova di sottotitolo Prova di sottotitolo Prova di sottotitolo Prova di sottotitolo Prova di sottotitolo Prova di sottotitolo

0

Copertina Saluti e bici“Il tuo futuro sarà difficile, senza lavoro, senza soldi, senza casa, al freddo e triste. Ma su una cosa potrai sempre contare: la tua bicicletta”. Così si presenta Saluti e bici, il nuovo libro di Lise & Talami, in libreria da oggi, giovedì 25 settembre 2014.

Una divertente pedalata alla scoperta della bicicletta: un sillabario a fumetti totalmente arbitrario dedicato a storia, manutenzione e politica dell’unico mezzo di trasporto che unisce ecologia, sport e divertimento.

Alessandro Lise (testi) e Alberto Talami (disegni), già autori di Quasi quasi mi sbattezzo (2009) e Morte ai cavalli di Bladder Town (2010), tornano in libreria con BeccoGiallo, casa editrice di libri a fumetti d’impegno civile.

Dall’invenzione della ruota alla Critical Mass, da Alfonsina – prima e unica donna a partecipare al Giro d’Italia – alla World Naked Bike Ride, dai metodi per riparare una foratura fino ad un viaggio nei mitocondri. Il libro si può leggere aprendolo su una lettera a caso, oppure percorrendolo dall’inizio alla fine, così come è stato concepito. Uno dei lemmi racconta una vicenda completamente falsa: a voi scoprire quale.

Correte in libreria… anzi, pedalate!

Tavola Saluti e bici

Saluti e bici
Sillabario illustrato di storia, manutenzione e politica della bicicletta

Testi: Alessandro Lise
Disegni: Alberto Talami
Editore: BeccoGiallo
Caratteristiche: 192 pagine a colori
Prezzo: 17,00 € (scontato sul sito dell’editore a 14,45 €)
Link: www.beccogiallo.org

Fonte: beccogiallo.org
Pubblicazione: 25/09/2014 – Ultimo aggiornamento: 25/09/2014

Copia pure: sei libero di ri-utilizzare questo articolo, ma ricorda di inserire il link
Marrai a Fura – sostenibilità e partecipazione” (maggiori info qui).

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi qui il tuo nome