I biscotti cucinati in un forno solare alternativo (l'automobile!)L’estate sta arrivando, fuori inizia a fare veramente caldo, la macchina parcheggiata al sole diventa un forno

Ho detto forno?!
E allora perché non sfruttare questa energia rinnovabile e gratuita?

C’è chi ha già sperimentato ciò prima di noi, provando a cuocere dei biscotti all’interno dell’auto e ottenendo degli ottimi risultati.

Un modo eco-friendly per trasformare la una automobile rovente in un vero e proprio forno solare (o cucina solare). Non garantiamo nulla, ma l’idea è interessante 😉

Ecco le regole, o meglio i suggerimenti, da seguire.

I biscotti cucinati in un forno solare alternativo (l'automobile!)

parcheggiare l’auto in modo che il cruscotto sia sempre sotto il sole

sistemare un panno tra la teglia e il cruscotto per prevenire qualsiasi danno all’auto

posizionare un termometro all’interno, davanti al vetro, così da poter verificare la temperatura

controllare spesso i biscotti in modo da non farli bruciare

la temperatura esterna deve essere di almeno 35°C, più caldo c’è più il tempo di “cottura” diminuirà!

È meglio scegliere un biscotto “semplice”, e per ingredienti e per preparazione.

Ecco la ricetta consigliata:

1 ½ tazza di farina
½ cucchiaio di lievito
½ cucchiaio di bicarbonato
½ cucchiaio di sale
½ tazza di burro
¼ tazza di zucchero nero
½ tazza di zucchero bianco
1 uovo

In un piccolo recipiente, unire farina, lievito, bicarbonato e sale.

In un recipiente più grande, mischiare il burro con le due varietà di zucchero.

Aggiungere l’uovo, la  farina con gli ingredienti precedentemente  uniti e i chicchi di cioccolato.

Formare un rotolo, lungo circa 30 cm e largo circa 6 cm e coprirlo con carta trasparente.

I biscotti cucinati in un forno solare alternativo (l'automobile!)

Dopo averlo fatto riposare in frigo per 2-3 ore, tagliare il rotolo in rondelle sottili, dello spessore di pochi centimetri, possibilmente tutte uguali, in modo da facilitare la cottura.

Sistemare i biscottini in una teglia, che verrà posizionata nel cruscotto della macchina, precedentemente parcheggiata al sole.

I biscotti cucinati in un forno solare alternativo (l'automobile!)

Cuocere per 2 ore e ½ – 3 ore. Lo zucchero non si caramella come in un forno vero e proprio, quindi il biscotto non diventa più scuro mano a mano che cuoce.

Per capire il livello di cottura, basta usare uno stecchino e pungere la parte centrale o provare a staccare il dolce dalla carta (che ci indicherà che è pronto!).

I biscotti cucinati in un forno solare alternativo (l'automobile!)

Se si ha una macchina abbastanza grande, è possibile cuocere una maggiore quantità di biscotti.

Altrimenti perché non coinvolgere i vicini di casa o qualche amico, per poi gustare tutti assieme i dolci croccanti appena “sfornati”!

I biscotti cucinati in un forno solare alternativo (l'automobile!)

Potrebbe essere la ricetta ideale per festeggiare tutti assieme in modo ecosostenibile il pic nic della decrescita!

Fonte: bakingbites.com
Pubblicazione: 24/05/2010 – Ultimo aggiornamento: 24/05/2010

5 COMMENTI

  1. rovinare la macchina non è molto ecologico, è molto meglio metterla all’ ombra o proteggere l’ interno con un pannello riflettente e costruirsi un fornetto di cartone pieghevole da tenere sempre nel bagagliaio. Inoltre esasperando la temperatura non so quali esalazioni usciranno dai vari materiali plastici del cruscotto.

  2. L’idea è simpatica, ma devo dire che sono d’accordo con Roberto. L’ “ecologicità” della cottura in auto mi sfugge. Non mi convince affatto!

  3. tra l’altro: una collega di scienze mi disse che prima di rientrare nell’auto lasciata al sole dovevo lasciare i finestrini aperti per far uscire dei raggi dannosi imprigionati da questa esposizione (ultravioletti??, boh) . Per i biscotti il problema non si ripropone?

  4. roberto, come si fa a costruirsi un fornetto di cartone pieghevole da tenere sempre nel bagagliaio. ???
    Mi farebbe piacere avere istruzioni in merito. grazie

  5. I biscotti cotti in tale ambiente non sarebbero molto salutari perche’ all’interno di un auto in sosta al sole si forma una rilevante quantita’ di diossine derivate dalla decomposizione dei materiali plastici presenti all’interno. Tra l’altro e’ consigliabile cambiare l’aria all’interno prima di iniziare a guidare.

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi qui il tuo nome