poubelle-zerodieciPoubelle Zerodieci è un’iniziativa promossa dall’Associazione DEA MADRE, giunta alla quarta edizione si svolgerà ad Alghero (in collaborazione con il Comune di Alghero e l’Assessorato Turismo e Grandi Eventi) dal 28 Dicembre 2010 al 9 Gennaio 2011 per poi proseguire sul web.

Poubelle è una mostra d’arte contemporanea che fa del riuso e del riciclo i suoi pilastri portanti e fa di ciò che questi possono diventare una volta trasformati la sua molla creativa.

Il termine francese poubelle (spazzatura) racchiude semanticamente in sé la parola belle, in italiano bella, quasi a indicare la “bellezza” che sta dietro alle cose da buttare o considerate per vari motivi non più belle.
L’idea concettuale concepita da Dea Madre è di restituire la bellezza a ciò che ha perso la sua bellezza, fosse essa nel suo aspetto o nel suo uso, trovare il nuovo nel vecchio, attraverso l’arte, la sua fruizione e l’allestimento.

La bellezza della spazzatura andrà in scena in una mostra che sarà suddivisa in tre sezioni:
fotografia
installazioni
video

poubelle_2Quest’anno, rispetto alle edizioni precedenti, la manifestazione si svolgera più sul web che con allestimenti e spazi appositi. Eccezione fatta per la parte fotografica che prevede anche l’allestimento di un’esposizione pubblica costituita da 5 fotografie che arrederanno la centralissima piazza Pino Piras dal 28 dicembre al 9 gennaio.

Le installazioni e i video approderanno direttamente sul web, sul portale www.poubelle.it che ha l’intento di diventare un vero e proprio luogo d’incontro e di racolta di raccolta di opere che potranno essere votate e concorrere alla realizzazione ed esposizione per la prossima edizione.

Allo Spazio T in via la Marmora 84 Alghero (SS) alle ore 18.00 di martedì 28 dicemre ci sarà l’inaugurazione/presentazione della manifestazione con la performance-installazione “Inverse power of wavelengths” di Alessandro Carboni.

logo-poubellepoubelle-zerodieci-miniLink: www.poubelle.it
Facebook
+ MySpace

Pubblicazione: 22/12/2010 – Ultimo aggiornamento: 22/12/2010
Copia pure: sei libero di ri-utilizzare questo articolo, ma ricorda di inserire il link
Marrai a Fura – sostenibilità e partecipazione” (maggiori info qui).

2 COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi qui il tuo nome