ciclofucina_cagliari-quartuA Quartu, nell’hinterland di Cagliari, è nata la Ciclofficina pubblica Itinerante, per sostenere – senza alcuno scopo di lucro – la cultura della bicicletta, mezzo pratico, economico ed ecologico.

Non hanno ancora una sede e portano il loro gazebo ingiro per la città, per imparare e insegnare l’arte della manutenzione della bici, trovare attrezzi e pezzi di ricambio per le riparazioni e distribuire materiale informativo su mobilità sostenibile, sicurezza stradale, ciclo-turismo ed ecologia.

L’accesso ai servizi è completamente gratuito.

E’ un luogo di condivisione di saperi ed esperienze, dove le attrezzature sono un bene collettivo, i pezzi di magazzino sono prevalentemente riciclati e si privilegia la cultura del fai-da-te contro quella dell’usa-e-getta.

Si possono anche donare vecchie bici, da riparare o usare per i ricambi, secondo l’etica del riciclo e della mutualità, in un circolo virtuoso di pratiche sostenibili e solidali.

Oltre agli appuntamenti di maggio, giugno e luglio 2009, il gazebo della Ciclofficina sarà operativo nelle prossime settimane secondo il seguente calendario (dalle 9 in poi):

  • 20 Settembre 2009 – Parco del Popolo Curdo, via Portogallo, Quartu Sant’Elena (CA)
  • 4 ottobre 2009 – Pattinodromo comunale, via Lussemburgo, Quartu Sant’Elena (CA)

ciclofucina-quartu-cagliari-sardegna-3

Ideata e organizzata dalla associazione ARCI Ciclofucina, l’iniziativa è patrocinata dell’Assessorato allo Sport e alle Politiche Giovanili del Comune di Quartu Sant’Elena (CA).

La associazione è attualmente alla ricerca di un Comune disposto ad mettere a disposizione dei locali – in cui avere acqua, energia elettrica e un bancone robusto – per avviare una ciclofficina stabile per conservare vecchie bici da aggiustare o da cui riciclare i pezzi.

Per ulteriori informazioni: ciclofucina.it

Fonte: ciclofucina.it
Immagine: ciclofucina.it
Pubblicazione: 16/09/2009 – Ultimo aggiornamento: 16/09/2009

1 COMMENTO

  1. Molto interessante.
    Anche se, per “sostenere – … – la cultura della bicicletta, mezzo pratico, economico ed ecologico”, sarebbero indubbiamente utili un paio di metri(almeno) di pista ciclabile.
    Saluti, Daniela

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi qui il tuo nome