Cosa fare come fare. Decidere insieme per praticare davvero la democrazia. Presentazione del libro il 6 marzo 2013 a Firenze

0

cosa-fare-come-fareMercoledì 6 marzo alle ore 17 verrà presentato a Firenze il libro di Iolanda Romano “Cosa fare come fare. Decidere insieme per praticare davvero la democrazia”.

L’incontro si terrà a Firenze presso la sala Affreschi del consiglio regionale, via Cavour 4.

Sarà presente l’autrice Iolanda Romano (una delle fondatrici di Avventura Urbana), introdurrà Daniela Lastri, consigliera PD Regione Toscana e interverranno Luciano Violante, Presidente di Italiadecide e Carlo Sorrentino, delegato dell’Università di Firenze per la comunicazione. Modererà l’incontro Silvia Givone di Sociolab.

Il libro avanza una proposta concreta: il confronto pubblico con i cittadini, prima di prendere le decisioni pubbliche strategiche. Non per sostituirsi a chi ha le responsabilità politiche, ma aiutarlo a fare progetti migliori, soppesando tutti i punti di vista.

Questo libro dimostra che la democrazia si può praticare dal basso, la Costituzione lo garantisce. All’estero grandi e piccole opere vengono discusse insieme alla gente, i progetti iniziali possono essere dibattuti apertamente, modificati e migliorati, o anche respinti. Importante è riuscire a mettere insieme voci e interessi diversi. Come? I metodi e le possibilità ci sono, lo dimostra Iolanda Romano in questo libro e dopo anni di esperienze anche in Italia: uscire dalla gabbia del conflitto antagonistico si può, basta volerlo imponendo il confronto per legge. Per evitare scelte sbagliate, decidere insieme e finalmente fare. I vantaggi sono evidenti, ne va della nostra democrazia e del nostro futuro.

Il libro “Cosa fare come fare. Decidere insieme per praticare davvero la democrazia” è edito da Chiarelettere nella collana Reverse (sfoglia un’anteprima del libro).

Fonte: comunicato
Pubblicazione: 26/02/2013 – Ultimo aggiornamento: 26/02/2013

Copia pure: sei libero di ri-utilizzare questo articolo, ma ricorda di inserire il link
Marrai a Fura – sostenibilità e partecipazione” (maggiori info qui).

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi qui il tuo nome